“Non esiste il fintech in Italia, ormai sono tutti a Londra” 

Fintech: albori e sviluppi

Da più di un decennio, Londra è il fulcro europeo del fintech.

Rispetto a tutti, è stata la prima a muoversi in in anticipo sul trend, democratizzando i servizi finanziari e rendendoli più agevolati.

Questo è stato il motivo per cui molte startup fintech italiane (e tanti founder Italiani) si sono trasferite a Londra, attirate da molte più possibilità che la città offriva. Basti pensare che il 2017 è stato l’anno record per gli investimenti tecnologici nel Regno Unito.

Secondo i dati forniti da London & Partners, le imprese con sede a Londra sono state capaci di attrarre la maggior parte dei finanziamenti. Anzi, l’esodo dei “techers” Italiani a Londra è stato talmente importante che persino le associazioni di Italian Tech hanno deciso di collocarsi proprio lì.

Anche se la Brexit ha senza dubbio reso più difficile per gli imprenditori trasferirsi nel Regno Unito, le autorità di regolamentazione, tra cui la Financial Conduct Authority e la Prudential Regulation Authority della Bank of England, hanno incoraggiato la concorrenza tra i servizi finanziari.

Infatti sono stati raccolti 5,7 miliardi di dollari di investimenti in capitale di rischio attraverso 317 accordi nella prima metà dell’anno: il 26% in più del record 2019.

Revolut ha raccolto altri 800 milioni di dollari dai grandi investitori, incluso Softbank Vision Fund, portando la valutazione complessiva a 33 miliardi di dollari. Poche settimane prima Wise, piattaforma specializzata in trasferimenti di valuta: Questa è stata quotata alla Borsa di Londra per quasi 9 miliardi di sterline. Seguendo le stesse orme, si stanno muovendo la società di pagamenti online come Checkout.com e Rapyd, fornitore di servizi per il settore dei pagamenti transfrontalieri.

Il Fintech in Italia?

L’ecosistema fintech in Italia sta crescendo per numero di startup, per tasso di fruizione dei servizi offerti e per capitali raccolti.

Come evidenziato dal Fintech District durante il Milan Fintech Summit, Milano conferma il suo ruolo di capitale dell’innovazione e del fintech italiano.

Si trovano proprio qui il 45% delle realtà fintech italiane, con un incremento del 28% anno su anno.

Secondo le stime, il settore crescerà del 58% entro il 2023, producendo oltre 73.000 nuovi posti di lavoro, con la speranza di attrarre non solo capitali d’investimento ma anche umani.

Proprio per questo motivo, FintechJobs.Today si prefigge lo scopo di creare un ponte digitale per aiutare le persone locali altamente qualificate a trovare un lavoro significativo e sostenere il crescente ecosistema Fintech di Milano. Per farlo, lavora con partner leader del Fintech Italiano come Smartika e dando accesso ai migliori professionisti fintech del mercato collegati da una community reale e fidata.

Mythbusting portato da chi vive il Fintech Italiano

La partnership fra Smartika e FintechJobs.Today si fonda sull’idea di crescita del fintech Italiano e la convinzione che partnership come queste, accesso alle risorse (sia umane che finanziarie) di livello e il supporto di altri membri dell’ecosistema siano asset fondamentali per la crescita dell’intero ecosistema.

Purtroppo però ogni giorno ci confrontiamo con diversi falsi miti che spesso danno un’accezione negativa alla scena fintech locale. Analizziamone qualcuno:

“Non esistono agevolazioni per talenti stranieri o aziende start-up in Italia.”

Non è vero. Esistono ampiamente.

Sappiamo anche che spesso non sono facili da accedere come a Londra, Tallinn o Amsterdam. I progetti amministrativi ci sono, ma manca un supporto più forte da parte del governo, dai commercialisti, notai e legali.

“Non c’e abbastanza lavoro fintech in Italia.”

Non è proprio così. Ogni settimana ci sono centinaia, se non migliaia, di posizioni aperte specificamente nell’ambito finance con un aumento regolare di posizioni ‘digital native’. Tra questi le ricerche per Product Manager e Software Sales Specialist.

Ne abbiamo già parlato in questo articolo.

“Non si guadagna tanto lavorando qui, quando potrei andare a Londra.

Sì e no. Dipende molto dalla posizione in questione, il candidato, e dall’azienda.

Facciamo un esempio pratico per un lavoro molto diffuso nell’ambito fintech ossia un Customer Support Specialist.

Un Customer Support Specialist di Monzo (Londra) guadagna una RAL di £23,400 ovvero €26,500 (secondo 24 segnalazioni su Indeed.co.uk). Recentemente sulla piattaforma di FintechJobs.Today, una Società fintech che specializza nel Buy Now Pay Later ha assunto due Customer Support Specialist con una RAL fra i €25,000 e €30,000.

Un paragone importante perché segnala un counter-trend che crescerà di sicuro in Italia e nello specifico a Milano.

Il vero gap si vede nel lavoro più tecnico come UI Designer o Software Engineer, comprese le figure più Business oriented.

In questo scenario, è importante aggiungere che in un mercato Fintech che sta ancora crescendo come l’Italia, è più facile trovare nuove opportunità sia per un nuovo business che per un lavoro.

Il motivo è semplice: il mercato non è ancora ‘pieno’ e permette di distinguersi bene senza ribaltare la propria strada. 

Il riassunto

E fintech Italiano fu! Avete ancora dubbi?

Visti i dati e il tasso di crescita, l’utilizzo dei servizi fintech lato utenti e il numero di nuove realtà stanno crescendo segnalando un trend molto positivo. Sono in aumento i progetti che puntano all’accessibilità ai pilastri fondamentali di una tech ecosystem sana, anche se per vedere uno scenario al pari di Londra dobbiamo attendere ancora un po’.

Esistenza non è uguale ad accessibilità.

Il problema del fintech Italiano non è che non esiste. Ci vuole più struttura, più comunicazione positiva e sicuramente più investimento per accelerare realtà interessanti, portare più human capital e creare case study da seguire per aspiranti imprenditori ed investitori curiosi.

Articolo in collaborazione con

✅ Se sei un’azienda fintech che vuole assumere come Smartika, scopri di più a questo link: https://lnkd.in/eaCtxq_M

✅ Vuoi iscriverti anche tu alla community di FintechJobs.Today? Clicca qui: https://apply.fintechjobs.today/

14 Shares:
You May Also Like