Costruire una finanza che sia più inclusiva anche per le donne è una delle priorità più importanti per quanto riguarda lo sviluppo economico mondiale. Purtroppo c’è ancora molto da lavorare per raggiungere questo obiettivo.

Infatti, nonostante sia stato osservato e ampiamente dimostrato che le donne hanno solitamente profili di rischio più bassi e una credibilità creditizia più alta, secondo il Global Findex Report più di un milione di donne in tutto il mondo non ha ancora neanche accesso al sistema finanziario.

I fattori che limitano l’accesso al credito per le donne sono diversi e complementari tra loro:
– minori opportunità lavorative
– stipendi più bassi
– ostacoli legali
– impedimenti culturali

In questo complesso contesto, in cui i tradizionali sistemi di finanziamento non sono adeguati a garantire il gender balance, il P2P lending si sta affermando come valida alternativa per sostenere il talento e l’iniziativa imprenditoriale femminile.

Perché le donne sono importanti per l’economia

Le donne, che quotidianamente combattono contro gli ostacoli che impediscono loro di avere accesso al credito alle stesse condizioni degli uomini, limitando di fatto la loro capacità di investire, fare impresa e gestire il proprio denaro, sono in realtà una risorsa preziosa, che potrebbe dare un boost importante all’economia mondiale.

Le modalità di investimento e di spesa del denaro delle donne, infatti, sono profondamente diverse da quelle degli uomini, a partire dal fatto che esse tendono a dare priorità alla sicurezza economica di sé stesse, della loro famiglia e delle imprese che fondano o dirigono.

Una donna solitamente si preoccupa in primis di collocare i propri risparmi in modo che possano essere al sicuro da eventuali shock economici, compresi quelli improvvisi e imprevisti come una pandemia o una crisi familiare.

Le donne, inoltre, sono un potente motore di crescita economica e creatrici di posti di lavoro: le imprenditrici, infatti, rappresentano circa il 40% delle PMI ma ricevono solo una esigua frazione dei finanziamenti che spettano, invece, agli uomini. (Studio della Banca Mondiale delle donne ).

Secondo una ricerca condotta da Harvard Business Review, inoltre, combattere il gender gap, uno degli ostacoli che esclude le donne dai sistemi finanziari tradizionali, e raggiungere un equilibrio di genere porterebbe il Pil mondiale a raggiungere i 28mila miliardi di dollari entro il 2025

P2P lending: la soluzione finanziaria per le donne

Questo scenario lascia ampio spazio all’affermarsi di forme di finanziamento alternative, più flessibili, che permettano l’accesso al credito anche alle donne, bypassando di fatto tutti gli ostacoli che si incontrano, invece, lungo i percorsi tradizionali.

Secondo un sondaggio di Murayyev, Talavera e Schafer, infatti, le imprese guidate da donne ottengono finanziamenti più difficilmente rispetto ai competitor e le imprenditrici sono vessate da tassi di interesse sui prestiti spesso molto più alti rispetto alle loro controparti maschili.

Proprio qui entra in gioco il P2P lending in cui il profilo di rischio dei richiedenti viene calcolato su parametri completamente diversi, che non tengono in considerazione il sesso, quanto, piuttosto, l’affidabilità, eliminando, di fatto, la discriminazione di genere.

Tra l’altro è stato rilevato che i prestiti concessi alle donne performano meglio rispetto a quelli concessi agli uomini in termini di sicurezza e velocità di restituzione: tendenzialmente le donne hanno profili meno a rischio defaul rispetto agli uomini perché tendono a essere più caute negli investimenti, questo fornisce garanzie importanti anche agli investitori del P2P lending.

Finanziare un progetto presentato da una donna riduce il rischio di perdite allo 0,14%.

Per tutti questi fattori noi di Smartika siamo sempre pronti a sostenere il talento e l’impegno delle donne, alimentando un sistema virtuoso che dia a loro sempre più ampio accesso al credito e fornisca al sistema economico in generale quella linfa vitale di cui ha bisogno per prosperare in maniera sana, con un corretto gender balance e maggiori opportunità per tutti.

0 Shares:
You May Also Like