Anche in un periodo di calo globale dei flussi finanziari dovuti all’incertezza provocata dalla crisi Coronavirus, il lending crowdfunding continua la sua avanzata e le cifre testimoniano una vitalità notevole.

Abbiamo già visto come secondo gli studi condotti dal Cambridge Center for alternative finance (CCAF) il lending crowdfunding stia, a tutti gli effetti, diventando un sempre più rilevante strumento di finanza alternativa in tutto il mondo.

In questi mesi di estrema incertezza dei mercati questo fenomeno non si è arrestato, anzi, ha continuato a crescere tanto che solo a maggio il mercato europeo ha avuto un volume di circa 327milioni di euro transitati su ben 46 piattaforme.

Una risorsa per piccole e medie imprese e investitori

Mentre negli scorsi 90 giorni si sono registrate transazioni per 1.465 milioni di euro sul mercato p2p lending europeo, che hanno portato il totale dei finanziamenti a 11.314milioni, le previsioni per il 2027 vedono il mercato globale del lending crowdfunding arrivare a 558.91 miliardi di dollari, con un tasso composto di crescita annuale del 29,7% dal 2020 al 2027.

La vitalità di questo strumento di finanza alternativa è, in gran parte, dovuta alle sue potenzialità come risorsa per le piccole e medie imprese che si vedono strozzate dal calo di liquidità generale e dalla difficoltà di richiedere prestiti presso gli istituti tradizionali e, quindi, ricorrono al lending crowdfunding come a una risorsa preziosa di approvvigionamento finanziario.

Inoltre, grazie alla crescente attenzione normativa, il lending crowdfunding sta diventando uno strumento sempre più affidabile per gli investitori, che possono contare su un ritorno decisamente favorevole.

L’arma speciale: la flessibilità

Il problema di molti degli strumenti finanziari tradizionali in periodi di crisi è la loro difficoltà nell’adattarsi velocemente ai cambiamenti, in modo da rispondere prontamente a mutate esigenze del mercato.

In questo il lending crowdfunding è sicuramente avvantaggiato. Secondo la Rosenblatt Securities “la company fintech con costi fissi più bassi performeranno meglio e guadagneranno il favore degli investitori rispetto a quelle con alti e rigidi costi fissi.”
Il lending crowdfunding, dunque, tiene fede alla sua promessa di essere una valida alternativa finanziaria soprattutto in tempi di crisi e di liquidità ridotta.

0 Shares:
You May Also Like