Ristrutturare casa: le ultime tendenze

 

 

Con il tempo le abitudini, i ritmi, lo stile di vita e i gusti di ognuno di noi cambiano. La nostra casa deve essere uno specchio fedele di questo rinnovamento: solo così possiamo sentirci a nostro agio nell’ambiente in cui viviamo, protetti da un luogo sicuro e che sentiamo nostro. Questo è uno dei motivi principali per cui si decide di ristrutturare casa. Se anche tu stai pensando di rinfrescare lo stile della tua abitazione, lasciati ispirare da queste tendenze.

 

Stili e materiali

Quali sono gli stili di tendenza per il 2017-2018?

  1. Lo stile african chic è la novità più rappresentativa di quest’anno: i classici elementi che richiamano la magia e il mistero dell’Africa – colori caldi come il rosso, l’oro e il verde intenso, maschere in legno intagliato, vasi bombati – vengono armonizzati tra loro in chiave moderna, dando vita a un ambiente accogliente e personale.
  2. Il continente africano non è l’unica fonte di ispirazione. Anche l’Oriente (e, in particolar modo il Giappone) esercita un grande fascino sull’arredamento. Mobili essenziali e minimalisti, superfici in legno tinteggiate con colori chiari e, per gli spazi esterni, giardini rigorosi in stile zen sono gli elementi più significativi di questa tendenza.
  3. Lo stile shabby chic – caratterizzato da mobili rustici e vintage – continua a essere una delle maggiori tendenze in fatto di arredamento. Per ristrutturare casa in questo stile è necessario prestare attenzione ai colori: le pareti devono essere bianco brillante, come pure i rivestimenti in legno.

Per quanto riguarda i materiali, quest’anno si sono affermati i materiali naturali come il legno e la pietra, utilizzati per i pavimenti e perfetti per riscaldare l’ambiente con eleganza e semplicità. Accanto a questi, i materiali grezzi – il bambù, le fibre intrecciate e i vimini – vengono utilizzati per pensili e complementi d’arredo capaci di dare un tocco di leggerezza e di freschezza a soggiorni e cucine.

 

Soluzioni ecosostenibili ed economiche

L’aspetto estetico non è l’unico motivo per cui si sceglie di ristrutturare casa: anche il fattore economico gioca un ruolo rilevante. Attraverso lavori di ristrutturazione è possibile non solo aumentare il valore dell’immobile per un’eventuale vendita, ma anche risparmiare in modo significativo sulla dichiarazione dei redditi: effettuando una ristrutturazione energetica del proprio immobile, così da ottimizzare le prestazioni e limitare lo spreco di materie prime, puoi beneficiare di ecobonus e di agevolazioni fiscali pari al 50% delle spese sostenute per la ristrutturazione ed al 65% per la riqualificazione energetica

I lavori di ristrutturazione per i quali è possibile richiedere le detrazioni fiscali riguardano:

  • interventi di manutenzione ordinaria di un immobile;
  • interventi di manutenzione straordinaria di un appartamento o edificio;
  • ristrutturazione edilizia;
  • riqualificazione energetica;
  • opere finalizzate al risanamento di edifici pericolanti o danneggiati a scopo conservativo.

Se desideri conoscere nel dettaglio le agevolazioni fiscali sugli immobili e sugli edifici, leggi questo approfondimento.

Non è necessario spendere un capitale per ristrutturare casa. Basta qualche semplice intervento – una mano di vernice, nuovi rivestimenti, un mobile dal design moderno – per rendere l’ambiente domestico più vicino al tuo unico e personale stile di vita.

Pubblicato in Aggiornamenti