Insieme per un efficace processo di recupero crediti

Più volte all’ interno di questo blog sono state sollevate comprensibili osservazioni da parte della community sull’attività di recupero crediti svolta da Smartika e sulle tempistiche relative a comunicazioni e aggiornamenti sulle posizioni in ritardo. I vostri suggerimenti sono state ascoltati e abbiamo attivato un percorso per migliorare le nostre azioni.

Abbiamo  infatti istituito un presidio interno dedicato alla gestione diretta delle attività, che supervisionerà l’operato di nuove Società specializzate nel recupero crediti e di Studi Legali, secondo una nuova procedura volta a massimizzare tutta le azioni intraprese da Smartika in questa fase di rinnovamento.

Come azione tangibile di questo nuovo corso che potrete riscontrare accedendo alla vostra area MySmartika, segnaliamo che tutte le posizioni ad oggi in ritardo sono state aggiornate, ed è solo il primo passo di tanti in programma che abbiamo deciso di fare anche grazie ai vostri suggerimenti!

Vi invitiamo a continuare a scriverci sapendo che i vostri pareri sono per noi importanti.

Pubblicato in Aggiornamenti, My Smartika

128 Risposta a “Insieme per un efficace processo di recupero crediti”

  • lorenzo crudi says:

    Qualcuno sa spiegarmi se è normale che nel grafico a torta dei prestiti in essere LA FETTA ROSSA con scritto DEFAULT ormai occupa UN QUARTO DEL GRAFICO???

    • Tomaso says:

      @ lorenzo crudi

      Nella settimana in corso riceverà rimborso per tre posizioni per le quali le attività legali si sono concluse senza esito e che pertanto rientrano nell’applicazione dello SLP.
      L’importo sarà pari a € 57,93

  • gianrosa says:

    Salve nella mia situazione vi sono persone che non pagato una sola rata da oltre un anno… altri che hanno pagato solo la prima rata e poi più nulla… ma quando interviene il fondo di garanzia?
    gianrosa76

    • Tomaso says:

      @ gianrosa

      In particolar modo le posizioni
      varone72
      malcomx75
      mary77
      CHCL2610
      fabri1975
      magl73
      che presentano nel suo portafoglio il maggior numero di rate arretrate saranno oggetto di particolare attenzione nella gestione legale in esser così da verificare la possibilità di un recupero di quanto previsto. In caso negativo rientreranno nella logica di intervento dello Smartika Lender Protection.

  • honof11 says:

    Salve nella mia situazione vi sono persone che non pagano da oltre un anno… altri che hanno pagato solo la prima rata e poi più nulla… ma quando interviene il fondo di garanzia?

    30/03/2015 Ritardo dennisse1989
    30/10/2015 Ritardo wastegate
    05/11/2015 Ritardo MAGI3007
    17/12/2015 Ritardo claudietta76
    17/12/2015 Ritardo SOAR1405
    27/01/2016 Ritardo ARBO0610
    28/01/2016 Ritardo bott75
    28/01/2016 Ritardo tavernelle1
    07/03/2016 Ritardo rossodiego
    18/04/2016 Ritardo alessandrofm
    26/04/2016 Ritardo SITO1805
    28/06/2016 Ritardo nina1969

    • Tomaso says:

      @ honof11
      Il prossimo intervento è previsto per il mese di Aprile e forniremo indicazione a tempo debito di coloro i quali saranno imnpattati da questa azione.

  • Maurizio says:

    Buongiorno,
    pubblico il riepilogo completo della mia posizione, nel corso degli anni oltre a vedermi trattenuta la ritenuta d’acconto, ho pagato le imposte sui redditi, come da certificazioni annuali. Adesso mi trovo con la certificazione di una perdita, solo considerando la ritenuta d’acconto; come potrò compensare queste perdite ?

    Entrate
    Interesse dai Richiedenti: € 934,53
    Intervento FondoRitardi: € 0,00
    Uscite Commissione Smartika: -€ 155,40
    Perdite -€ 713,96

    Totale guadagni: € 65,17
    Ritenute d’acconto:- € 206,33
    Totale guadagni dopo ritenute d’acconto: -€ 141,16

    • Tomaso says:

      @ Maurizio

      I dati citati sono corretti: bisogna però aggiungere i valori derivanti dai rimborsi Smartika che sommano € 192,64

      • Maurizio says:

        Se non erro, il risultato finale è comunque quello di aver pagato delle imposte su dei redditi che nella realtà non sono stati percepiti, almeno in buona parte. Esiste un metodo che permetta il recupero fiscale delle imposte indebitamente versate?

        • Tomaso says:

          @ Maurizio
          La ritenuta d’acconto è stata corrisposta per gli interessi effettivamente percepiti: ciò che dovrebbe esser consentito e su cui stiamo premendo dovrebbe esser la possibilità di portare in detrazione le perdite.

  • Gianni says:

    Scusate ma con questa nuova classificazione non ci capisco più un acca! Avendo investito 1000 euro oggi mi trovo con crediti da incassare per 936,14. Quindi ci avrei rimesso in un anno e mezzo circa 65 euro. Alla faccia della convenienza… o ci sono degli errori?

    • Tomaso says:

      @Gianni

      MySmartika oggi non contempla al momento la quantificazione del capitale futuro relativo ai prestiti in ritardo: stiamo lavorando per la risoluzione di ciò

  • Avenia Tania Maria says:

    Mi spiegate perchè ho 13 prestatori sulla riga NON INCASSATO e nessuno in RITARDO?
    C’è gente che non ha mai pagato una rata, ed è quasi un anno, e nessuno, ripeto NESSUNO, è in ritardo?
    Ma quando è che aggiornate le posizioni? Dobbiamo essere sempre noi prestatori a lamentarci? Ma i vostri sistemi informatici riuscite a farli funzionare in maniera decente?
    Sto smobilitando il mio investimento, se metà dei debitori non paga è assurdo continuare, e aspetto il rimborso con il lender protection, sempre che funzioni

    • Tomaso says:

      @ Avenia Tania Maria
      Dovresti aver ricevuto nella serata di ieri una nostra comunicazione nella quale evidenziamo la nuova modalità di classificazione delle richieste di prestito in ritardo.

      In caso di ulteriori informazioni non esitare a contattarci.

      • Avenia Tania Maria says:

        Volevo solo dire che la situazione è cambiata poco o nulla. La cosa fondametale è che a più di un anno di distanza non ho ricevuto un solo centesimo dal lender protection.
        Saluti

        • Tomaso says:

          @ Avenia Tania Maria
          La prossima settimana invieremo comunicazione ufficiale sul prossimo intervento di Smartika Lender Protection che, anticipo, è previsto per il prossimo Gennaio.

  • Carletto says:

    Tra posizioni in perdita ci sta vanessa656 con garante uns terza persona (fidejussore) e assicurazione RataPotetta. Possibile che nelle note non si sa cosa sia stato esperito con l’assicurazione e con il garante? A che servono queste garanzie accessorie se poi non sappiamo nulla?

    • Tomaso says:

      @ Carletto

      Abbiamo avuto modo di parlarne direttamente e rispondo ad uso della community.
      L’assicurazione RataProtetta copre il richiedente prestito in caso di premorienza o invalidità permanente totale, indennizzandolo per la quota prevista da contratto.
      Per quanto riguarda invece la presenza di un garante le azioni di recupero vengono effettuate nei confronti dello stesso con le medesime modalità utilizzate per il debitore principale e soltanto in caso di conclamata insolvenza la posizione viene ceduta.

  • zuppa says:

    Ad utilità di tutti, posto un aggiornamento rispetto al mio commento precedente (http://blog.smartika.it/2016/02/insieme-per-un-efficace-processo-di-recupero-crediti/#comment-10087).
    In questi giorni Smartika mi ha comunicato un’operazione di cessione dei crediti in ritardo.
    Dicono che mi verrà accreditato un importo pari al 2% del capitale non corrisposto, equivalente al prezzo di mercato dei crediti deteriorati.

    Vorrei poter finalmente chiudere tutti i miei rapporti con Smartika; temo che mi rimarranno attivi alcuni prestiti “rinegoziati” che mi impediranno di cancellare il mio account.

    • Tomaso says:

      @ zuppa
      E’ possibile nel tuo caso adempiere alla cancellazione dell’account inviando un’apposita richiesta all’indirizzo privacy@smartika.it
      Non vi sono infatti altri prestiti ancora non definiti nel tuo portafoglio

  • Francesco says:

    magari è un filo off topic però riguardo le posizioni che riguardano ritardi o non incassato con cui a seguito di recupero crediti o vostri riscontri si raggiunge un accordo per cui magari si salta una rata che verrà pagata a fine finanziamento, oppure c’è uno stralcio potreste aggiornare le note del richiedente, un pò come è stato fatto per il richiedente madrina.
    Il richiedente pajero ad esempio mi risulta che stia pagando ma non c’è nulla su eventuali accordi se non che le date dei ripagamenti sono aggiornate anche se risulta tra i non icassati.

  • davo says:

    Una domanda facile: Ma alla fine si guadagna qualcosa qui ? perche io dopo un anno ho circa 100 richiedenti che sono in ritardo. Stimando ottimisticamente ognuno abbia 10 euro e che meta’ non paghi alla fine, vuol dire che ho perso 100x10x.5= 500 euro ? Mi pare molto improbabile riguadagnare con gli interessi questa cifra.

    • Tomaso says:

      @ davo

      Se le tue erogazioni sono state effettuate dopo la finme di Gennaio 2015 esse hanno la coperetura di Smartika Lender Protection

  • Giovanni says:

    I seguenti debitori hanno la scheda che non viene aggiornata da molti mesi, e non si capisce assolutamente la loro attuale posizione, nei miei/vostri confronti, se risultano ancora con debiti pendenti o se i loro prestiti sono conclusi.
    Come sottolineato anche da altri prestatori, la mancanza di informazioni sullo stato dei prestiti non è un indice di salute della piattaforma.

    Gips
    fabiofranzan
    cristina1965
    batuffolo0
    Marcosimone

    Oltre ad altri nominativi che pur avendo ormai un numero di rate non pagate ben superiore a 4 (alcuni neanche hanno rimborsato la prima rata) NON sono ancora stati contabilizzati tra i crediti “in ritardo”.

    • Tomaso says:

      @ Giovanni

      Come avrai avuto modo di vedere stiamo rilasciando una nuova modalità di segnalazione delle posizioni in ritardo a cui faranno seguito gli aggiornamenti delle posizioni.

  • Empire52 says:

    Sarebbe opportuno che il sig. Tomaso, invece di cancellare i post che giustamente criticano, facesse il suo lavoro aggiornando i dati senza nascondere le perdite… facesse entrare in funzione il fondo di protezione, che sembra esistere solo per incassare un’altra parcella … senza proteggere affatto i prestatori ….

    • Tomaso says:

      @ Empire52

      Rispondo per quanto riguarda Smartika Lender Protection: la sua applicazione verrà gestita per alcune posizioni nell’arco di questo mese. A breve forniremo anche ragguaglio sulle posizioni in ritardo.

  • Gianluca says:

    Potete raccontarmi qualcosa di pajero rating A e in ritardo da un bel po…
    Nel dettaglio non risulta intrapresa alcuna azione…

    • Tomaso says:

      @ Gianluca

      E’ un richiedente che ha perso il lavoro e che in un primo momento aveva segnalato la possibilità di corrispondere un importo rateale più basso in attesa di trovare nuova occupazione

  • velaccino71 says:

    per quale motivo dalla pagina my smartika oggi – prestiti in essere – capitale in ritardo scrivete 111 euro, mentre aprendo il link dei miei 22 ritardatari e facendo la somma delle quote capitale mi risulta 192?

    • Tomaso says:

      @velaccino71

      Credo che abbia sommato tutto il capitale outstanding dei prestiti in essere e in ritardo. Quanto compare in MySmartika è l’importo ad oggi in ritardo.

      • velaino71 says:

        Non sono in accordo con lei perchè mettendo il puntatore del mouse sul punto interrogativo relativo ai prestiti in ritardo leggo: “quote capitale di rate non incassate e future sui prestiti in essere di richiedenti con più di 3 rate in ritardo” ….
        Voi scrivete che la somma riportata si riferisce anche alle rate “future”, quindi dovete inserire la cifra corretta. O fate confusione tra futuro e passato?

  • Gianluca says:

    In mysmartika oggi, nel riquadro in basso è possibile correggere la voce ripagato?
    In quella voce è inserito capitale + interessi, mentre sarebbe (a parer mio) più utile sapere il capitale rimborsato.
    In questo modo avrei Erogato (in pratica il mio capitale investito) e Rimborsato esattamente il capitale rientrato, tanto il dettaglio interessi è poco più in basso. Grazie

    • Tomaso says:

      @ Gianluca

      Grazie per la segnalazione: tra le varie attività in cantiere c’è anche la completa rivisitazione dell’impianto di MySmartika.

  • LUCO says:

    Gradirei aggiornamento delle posizioni dei miei richiedenti : Fabiobacc- Massi70 Carletta- Spitaleri55. Posizioni che fanno riferimento esercizio 2009 rilevando la vostra storica inefficente capacita´ nel recupero crediti.

    • Tomaso says:

      @ LUCO
      Le posizioni massi70, carletta e spitaleri55 sono oggetto di cessione che formalizziamo mentre per fabiobacc abbiamo ricevuto recente evidenza, a seguito dell’atto di precetto, del fatto che non abbia reddito pignorabile e pertanto necessitano ulteriori valutazioni

      • Giovanni says:

        Come “non ha reddito pignorabile” ?
        Che cosa aveva dato a garanzia all’epoca per ottenere il prestito?

      • Empire52 says:

        ma quando sono stati concessi, questi prestiti e tantissimi altri, quali garanzie erano state chieste? Quali documenti? …immagino nessuno, … tanto chi ci rimette sono solo i prestatori, come sempre …

        • Tomaso says:

          @ EMPIRE52

          La documentazione che viene richiesta è sempre stata piuttosto copiosa: oltre ai documenti di identità e reddituali, veniva richiesto il pagamento di un’utenza domestica non più vecchio di 60 giorni, la fotocopia dell’ultimo estratto conto trimestrale.

  • Ungio says:

    Buongiorno,
    in questi settimane ho avuto la possibilità di guardarmi la situazione dei miei “non incassati” (tanti purtroppo), notando che moltissimi non sono aggiornati da tempo.
    Segnalo le seguenti posizioni, a mio avviso, da inserire nei “Ritardi”:
    7 rate pendenti (anygiupie, ginaperillo e con simonfly80 e Monferl che oltre alle sette ne hanno un’altra rimborsata parzialmente);
    6 rate pendenti (deca1201, sakura71, todlmofragiv, ovpi3006, TORREFI 1695);
    5 rate pendenti (berdi90, mesciukite, garbucci, faustina e con ninolarocca che oltre alle cinque ne ha 3 rimborsate parzialmente);
    4 rate pendenti (ciian1509,daniciambi e con pajero e Brad70 che oltre alle quattro ne hanno una liquidata parzialmente a testa).
    …è vero che in alcuni casi (pochi purtroppo), risultano pagate recentemente delle rate (riducendo a quella descritta sopra la loro situazione debitoria), ma penso che per chiarezza sia più lineare spostarle nel settore corretto dei “Ritardi”, salvo poi, eventualmente, riportarle nei “Non incassati” appena rientreranno nelle tre rate.
    Segnalo inoltre che in alcuni casi sono presenti rate in “gestione”, così descritte da mesi.
    Saluti.

    • Tomaso says:

      @ Ungio

      Tra questa sera e domattina tutte le posizioni verranno aggiornate nello stato a loro consono

      • Ungio says:

        Grazie

        • Gianfranco says:

          @ Tomaso
          è trascorso quasi un mese ma le posizioni non sono state aggiornate.
          Non mi sembra sia cambiato molto nella gestione dei ritardi e nemmeno nella comunicazione ai prestatori.

          • Ungio says:

            Purtroppo….quoto.

            …a che serve promettere se poi non si riesce a mantenere?
            …meglio non farlo…o semplicemente dire “ragazzi ci serve un mese e sistemiamo”…
            Poi però mi attendo…coerenza. Purtroppo sempre più spesso, invece di ridursi i tempi di aggiornamento delle posizioni, si allungano i tempi di pubblicazione dei post e della risposta (spesso, per altro, incoerenti coi fatti).

            Ora leggo in un’altra discussione che entro giugno ci saranno novità…speriamo, onestamente non sono molto fiducioso.

            Ps:Mi “scuso” per i troppo solleciti ringraziamenti del 16 aprile u.s.

  • EMPIRE52 says:

    Perchè le schede delle perdite non vengono aggiornate da anni? come è possibile seguire cosa è accaduto veramente? La trasparenza non fa parte del vostro modo di lavorare.

    • Tomaso says:

      @ empire52

      Gli effetti sono già stati tutti versati. Prima di darne per corrisposto uno è necessario verificarne il buon fine

    • Tomaso says:

      @empire52

      Le posizioni passate a perdita sono tutte aggiornate: come segnalatoti in una comunicazione diretta entro la fine del mese in corso provvederemo ad aggiornare le posizioni oggetto di prossima definitiva cessione.

  • Giovanni says:

    debitore “dodesimo”
    10/02/2016 – Il cliente ha pagato i primi 10 effetti previsti dal piano di rientro concordato, al momento ne risultano 4 insoluti che il cliente ha promesso di saldare entro fine Febbraio.

    Peccato che nella scheda debitore l’ultimo pagamento risulta a LUGLIO 2015.

    • Tomaso says:

      @ Giovanni

      L’ultimo pagamento della debitrice è del 15/10 e lo puoi riscontrare dai movimenti del tuo conto di pagamento…

      • EMPIRE52 says:

        Febbraio è passato da 11 giorni, è stato versato l’effetto? la scheda non è mai stata aggiornata, difficile seguire la correttezza della vostra contabilità ….

      • Giovanni says:

        mah, avere schede debitore non costantemente aggiornate mi sembra molto grave, ripeto, nella scheda debitore il movimento del 15/10 non è riportato. io non posso mettermi a spulciare tutti i movimenti del conto per capire chi ha pagato, quanto ha pagato.
        possibile che dopo tutti questi anni non abbiate un sistema gestionale efficiente per visualizzare la situazione patrimoniale di chi mette i soldi?

        • Tomaso says:

          @ Giovanni

          Il pagamento effettuato dalla cliente copre parzialmente una rata e nel piano di ammortamento questo non compare, cosa che invece avviene nella lista movimenti del tuo conto di pagamento.

  • crotalo83 says:

    Salve,
    il richiedente cristina1965 presenta rate non pagate tra fine ’14 ed inizio ’15 eppure tutte le altre successive risultano pagate. Come è possibile ? Perché ciò è permesso ?

    Saluti

    • Tomaso says:

      @ crotalo83

      Per alcuni richiedenti è stata data la possibilità di posporre al termine del prestito il pagamento di alcune rate: per cristina1965 è in atto l’attività di recupero e forniremo ragguagli non appena in possesso di riscontri dalla Società che ha in gestione la posizione.

  • faberB says:

    Buongiorno a tutti! Sto pensando di utilizzare Smartika. Mi faccio (e vaccio) una domanda: quanti sono i debitori che pagano in un ritardo accettabile? Diciamo 10 gg? Possibile ipotizzare un 5% DEI RITARDI?

    • Tomaso says:

      @ faberB

      Al momento dei rilievi statistici li puoi riscontrare accedendo alla tua area riservata dove potrai riscontrare le statistiche al mese di Gennaio: non viene evidenziata la tempistica entro cui un richiedente ottempera mediamente al recupero dell’importo.
      Per qualsiasi altra informazione puoi contattarci via mail all’indirizzo prestatori@smartika.it oppure telefonicamente al 800911602 da fisso oppure 02407061321 da mobile.

  • Zivi1981 says:

    Salve
    Entrando sul mio profilo dopo una brevissima assenza ho notato un drastico peggioramento della mia situazione di creditore: se fino al mese scorso era “pulita” ora mi ritrovo 2 posizioni “in ritardo” e ben 11 “non incassato”. Analizzando nel dettaglio le posizioni trovo che alcure rate non incassate risalgono adirittura a quasi 1 anno fa. Come mai così tanto tempo per visualizzare tali posizioni nel riepilogo ? Quali azioni sono state intraprese?

    • Tomaso says:

      @ Zivi1981

      Tutte le posizioni che non presentano regolarità nei pagamenti sono state e sono ancora oggetto di attività di recupero crediti. Ritardi e possibili insolvenze sono parte naturale dell’attività di Smartika e, come vedrai, una posizione delle 11 citate è rientrata: sta ovviamente alla nostra attività cercare di minimizzarle e renderle quanto più ininfluenti possibile rispetto ai guadagni ottenuti.

      • Gabriele Vigo says:

        Grazie per la risposta. Sono sinceramente convinto che stiate facendo il possibile per quanto riguarda l’attività di recupero crediti e capisco che l’attuale congiuntura economica non sia delle più favorevoli. Solo mi unisco al coro di tutti quelli che, prima di me, chiedono una maggiore rapidità e trasparenza nell’aggiornare le posizioni e condividerle con i creditore.
        Grazie
        Gabriele

  • zuppa says:

    Tomaso può ben aspirare alla sua santificazione: da anni risponde a tutti con gentilezza e cortesia su una situazione drammatica della gestione Zopa/Smartika.
    Spero che il datore di lavoro ne tenga di conto.

    Nonostante ciò i dati storici sono oggettivi e sarebbe bene che fossero resi noti per trasparenza nei confronti degli utenti.
    Il futuro, ognuno si dipinge il suo, più o meno roseo.

    Provo a fornire un contributo derivato dalla mia esperienza personale, ad uso di altri utenti.

    Prestatore Zopa, non ho più investito dal 2009, quando fu bloccata senza minimo preavviso, nonstante lo staff fosse già consapevole della situazione critica con Banca d’Italia.
    I fondi che sono riuscito a prelevare da Zopa sono il 102% di tutti i fondi trasferiti in Zopa.
    Ottimisticamente, aggiungendo tutti i “Crediti da incassare” si arriva a 108%.
    Su un arco temporale di minimo 7 anni.
    Il prestito più lungo è stato 48 mesi dal 2009, abbondantemente scaduto.
    Nonostante questo mi risultano ancora:
    – 2 in prestito;
    – 2 ristrutturati;
    – oltre 50 in ritardo.

    Avrei voluto chiudere tutti i miei rapporti con Smartika, ma è necessario non avere prestiti pendenti.
    Ho chiesto di cedere gratuitamente tutti i miei crediti a chiunque.
    Sembra che non sia possibile e quindi sono vincolato finché Smartika non deciderà, a propria discrezione, che i crediti residui non sono più recuperabili.

    A ciascuno le proprie valutazioni sulla base della propria esperienza.

    Devo riconoscere una nota positiva: Smartika consente di scrivere sul suo blog tutte le cose che non funzionano; non tutte le aziende lo permettono.
    Anche se attuare qualunque tipo di censura sarebbe decisamente controproducente nell’era di Facebook&Co.

    Condivido fortemente gli ideali del social lending, ma devono essere accompagnati da concretezza, condivisione e trasparenza affinché possano essere realizzati.
    Smartika è in grado di realizzarli?

    (So che Tomaso risponderà, anche se non lo richiedo e vorrei lasciare questa domanda aperta come riflessione)

    • Tomaso says:

      @ zuppa
      Credo che la cortesia e la gentilezza siano dovute in tutti i casi, soprattutto quando l’ambito di discussione rimane, pur acceso in alcuni frangenti, nell’ambito della critica costruttiva e dello scambio di idee. In questo lasso di tempo abbiamo pur tra tante difficoltà – e mi rifaccio al periodo di Zopa Italia e alla sospensione all’attività, il cui rilievo non è sempre facilmente riscontrabile dall’esterno – abbiamo sempre cercato di fare il meglio: abbiamo alzato e di molto l’asticella della qualità del servizio e tante altre attività stiamo già svolgendo (e svolgeremo) per fornire un servizio di eccellenza.
      Entrando nel dettaglio tuo portafoglio le posizioni erogate, tutte relative al periodo Zopa, hanno risentito delle difficoltà di cui sopra. Certo è giusto che ognuno pesi l’esperienza avuta ma ci si augura questo sia l’unico metro per poter valutare la possibilità di credere nuovamente nel nostro modo di operare e darci ancora fiducia. Tante attività sono in cantiere e l’augurio è che le si possa sviluppare insieme alla nostra community.
      Rispondo alla tua ultima domanda: Smartika ha come primario obiettivo di realizzare gli ideali del social lending e siamo certi di riuscirci.

  • anto says:

    Salve,nella pagina con il riepilogo completo per i prestatre,nella sezione “entrate” è presente la voce “Intervento FondoRitardi”. Mi chiedo in cosaconsiste? Forse e’ relativa agli interessi di mora dovuti dai “ritardatari”? grazie

    • Tomaso says:

      @ anto

      Si tratta di una voce che riguarda i primissimi prestatori Zopa e che viene al momento popolata soltanto per questi utenti.

  • EMPIRE52 says:

    Quando comincia ad entrare in funzione la protezione Smartika lender Protection? Ho il prestito taurisdb , dovrebbe essere intervenuto, …anche qui sembra che gran parte del ricavato dal fondo protezione se ne andrà per le spese recupero … altre perdite secche, altro che sentirsi protetti …

    • Tomaso says:

      @ empire52
      La pratica di taurisdb non ha la protezione di Smartika Lender Protection, in quanto erogata il 31/10/2014 e pertanto si deve fare affidamento sulle azioni di recupero in essere.
      Segnalo, altresì, che prima dell’entrata in vigore di Smartika Lender Protection tutte le offerte dei prestatori conglobavano un cuscinetto relativo all’insolvenza prevista per ogni singolo mercato.

      • EMPIRE52 says:

        il richiedente fili1990 riporta la data prestito 30/1/15 quindi dovrebbe rientrare in Smartika lender Protection, perchè dalla scheda non risulta? sono ormai 13 mesi che non ha ripagato alcuna rata … anche in questo caso mi chiedo quali informazioni erano state prese …

        • Tomaso says:

          @ empire52

          Il regolamento attuale del Fondo prevede che esso intervenga una volta che sono state espletate tutte le azioni di recupero e/o mediazione civile obbligatoria e giudiziale.
          Per quanto riguarda fili1990 i 12 mesi sono appena decorsi (prima rata 21/02/2012) e sono in esser le verifiche relative alla possibilità concreta di un’azione giudiziale.

          • EMPIRE52 says:

            Avete avuto 13 mesi per verificarla e non lo avete fatto … allora non è vero che entra in funzione dopo 12 mesi …

          • Tomaso says:

            @ Empire52

            Quanto indicato corrisponde alla realtà delle cose: il Fondo ad oggi entra in vigore dopo dodici mesi. Per inciso da parte nostra posizioni irrecuperabili e gestibili tramite Smartika Lender Protection vorremmo definire nel più breve tempo possibile.

  • Giovanni says:

    Potreste prendere in considerazione prestiti con piani di ammortamento trimestrali / semestrali ?
    potrebbe essere un modo per agevolare i debitori?

    • Tomaso says:

      @ Giovanni

      La disposizione di particolari piani di ammortamento non è attività semplice dal punto vista operativo e solitamente pagamenti non mensili possono esser valutati per prodotti diversi da quelli legati ai prestiti personali/credito al consumo.

  • Giovanni says:

    Attualmente non è possibile usufruire del “Rientro Rapido” per mancanza di offerta di prestiti utili a riacquistare le posizioni di altri creditori.
    Anche questa è una enorme falla del sistema.

    • Tomaso says:

      @ Giovanni

      Il RientroRapido è configurato come una cessione/acquisto di crediti tra prestatori ed ovviamente la possibilità di aderirvi può risentirne in virtù della liquidità presente nei mercati.

  • EMPIRE52 says:

    L’esistenza di Smartika si basa sul controllo accurato dei richiedenti e sulle attività di recupero crediti (finora inesistenti-bisogna riconoscerlo). Bastano un paio di prestiti perduti, per annullare gli esigui guadagni annuali … Consideriamo che sugli utili ci paghiamo (fra Irpef, comune, regione) oltre il 40% di tasse, mentre le perdite secche non si possono portare in detrazione dai guadagni … Alla fine si rischiano capitali per 4 anni senza sapere se si recupererà qualcosa. Io ho quasi 800 Euro perduti, da 5 anni, da cui forse recupererò (quando vi deciderete a cedere finalmente il pacchetto) qualche Euro. Praticamente ho perso la somma di quanto dichiarato in netto negli ultimi tre anni …

    • Tomaso says:

      @ Empire52

      Il panorama in cui ci si deve confrontare è quello del credito al consumo che vede sofferenze lorde, per famiglie consumatrici, al 7,2% degli impieghi: ad oggi, pertanto, il portafoglio Smartika, e ancor più tenendo conto delle erogazioni post Smartika Lender Protection, sono ben al di sotto di questo valore percentuale.
      Siamo consci che l’ambito fiscale abbia un peso non irrilevante ed allo scopo ci stiamo muovendo da diverso tempo per verificare la possibilità di equiparare la fiscalità ad altri strumenti finanziari: ma i tempi, in questo frangente, sono nostro malgrado lunghi e non dipendenti dai nostri sforzi. Un altro nostro compito è quello di cercare di rendere sempre più minimale l’impatto delle insolvenze e dei mancati pagamenti.

      • EMPIRE52 says:

        La percentuale delle sofferenze sono parole Tue, non abbiamo alcun dato per verificarle, non volete pubblicare i veri numeri delle perdite e dei ritardi … il rendimento sarebbe accettabile se Voi vi date da fare per far rientrare gli insolventi … purtroppo da anni non avete fatto ASSOLUTAMENTE NULLA, sto aspettando da 2 mesi che Smartika Lender Protection entri in funzione su fili1990 (o è una chiacchiera anche questa?). Ho visto che dopo il copia-incolla generale del 9/2 le posizioni non sono più state aggiornate … tanta pubblicità e chiacchiere … ma i fatti sono anni che li stiamo aspettando …. sono anni che aspetto di vedere qualche Euro recuperato … ma quando??

        • Tomaso says:

          @ empire52

          I dati sulle sofferenze fanno riferimento al Rapporto Abi aggiornato a Gennaio 2016: i dati relativi a Febbraio devono esser ancora pubblicati.

          • EMPIRE52 says:

            Del rapporto ABI ci interessa poco … a noi interesserebbe conoscere i veri numeri delle sofferenze SMARTIKA, che tenete nascosti e non li pubblicate mai … e conoscere i numeri del nuovo corso promesso: quanto è stato recuperato e fatto …

          • Tomaso says:

            @empire52

            Da dove emergesse il rilievo sulle sofferenze era stata una sua richiesta. La logica di un’attività di recupero crediti ben strutturata come quella messa in opera è anche dimostrare i suoi sviluppi positivi.

          • Donato says:

            Tomaso la realtà è questa:
            su 150 prestiti concessi ne ho 17 in ritardo e 26 non incassati. Siamo nettamente al di sopra delle percentuali di sofferenze del rapporto ABI.

            Attendiamo e attendiamo ma si peggiora sempre di più. Oltre tutto anche su mercati sicuri (A+ e A)

            Sevirebbe un miracolo. Ho tolto il riprestito fino a quando la mia situazione non migliorerà.

          • Tomaso says:

            @ Donato

            Non si rilevano nel tuo portafoglio ritardi conclamati nel mercato A+. Contiamo di riuscire a breve a farti cambiare idea e a ritornare completamente operativo.

  • Maurizio Parrella says:

    Ciao,

    non ho capito una cosa però: quando vi rivolgete ad una agenzia di recupero del credito, date loro un mandato di riscossione per vostro (nostro!) conto o cedete il prestito? Se lo cedete, a che percentuale? 20%? Meno? In realtà credo che voi diate il mandato e questo spiegherebbe perchè non risultato rimborsate almeno le quote percentuali cedute… Ho ragione?

    Personalmente preferirei la cessione del prestito piuttosto che il mandato, anche se ci perdo.

    Ciao,

    M

    • Tomaso says:

      @ Maurizio

      Il credito viene ceduto allorquando tutte le azioni di recupero crediti sia stragiudiziale che giudiziale non hanno sortito alcun effetto e non si palesano possibilità di rientro.
      Le percentuali di acquisto di crediti del mercato del factoring sono ben al di sotto di quanto indicato nel tuo messaggio, in particolar modo per pacchetti di posizioni non rilevanti numericamente.

  • Giovanni says:

    Schede non aggiornate:
    i seguenti hanno la scheda ancora aperta, pur avendo estinto il debito (?)
    Gips
    fabiofranzan
    batuffolo0
    Marcosimone
    marti

    • Tomaso says:

      @ Giovanni

      marti ha ancora una rata da corrispondere mentre tutte le altre posizioni rientrano nella prossima attività volta ad azzerare le posizioni estinte ma che presentano ancora uno stato differente

      • Giovanni says:

        ah ah ah, la rata non pagata di MARTI è del 2013!
        e l’ultima rata pagata è di aprile 2015.
        Credete e volete farci credere che pagherà anche la rata mancante?
        E quando la pagherebbe se VOI non avete MAI fatto una ingiunzione di pagamento?

        • Tomaso says:

          @Giovanni

          Il richiedente marti aveva già ottenuto un prestito sempre pagato correttamente. L’attività di recupero è stata più volte effettuata ed il fatto che sia solo una rata quella ancora vantata non significa che si debba sospendere quella attualmente in essere e non perseguire la necessità che il richiedente assolva al suo pagamento.

  • EMPIRE52 says:

    Anche oggi i ritardi sono aumentati, due ristrutturati non hanno mantenuto l’impegno e ritornano ritardi; ritardi cronici da tanti anni che considero ormai perdite secche. Pratiche di cessione che sono ferme dal maggio scorso … grossi prestiti di maggio 2015 che hanno pensato bene di non restituire neanche una rata … lettere di decadenza … dove sono i progressi del recupero crediti? pubblicate i numeri delle somme recuperate … vogliamo vedere i fatti … ma il fondo non interviene? … diamoci da fare, altrimenti diventerà terra di conquista dei truffatori professionisti che preso il prestito (con quali garanzie vengono concessi?) il giorno dopo spariscono nel nulla …

    • Tomaso says:

      @ Empire52

      Il primo intento per l’attività di recupero crediti sarà quello di mostrare curve in decrescita nelle statistiche nell’incidenza dell’arretrato sul residuo per classe.
      L’aumento menzionato fa riferimento anche all’attività di aggiornamento delle posizioni effettuato.

  • EMPIRE52 says:

    Ho i seguenti ritardatari da vecchia data: carletta, paulmckoy, sara_tori, alfista52, gepardo56. L’ultimo aggiornamento dice: 12/05/2015: Stiamo predisponendo l’iter per la cessione della pratica. Sono passati altri 9 mesi, senza fare alcuna azione, quanti anni ci vogliono per cedere tutte queste pratiche, per recuperare qualche cents da queste pratiche e trasformarle in perdita?

    • Tomaso says:

      @ empire52

      Riporto quanto risposto a simile messaggio

      “Visti i nostri micro-paccehtti di posizioni non è immediato trovare un partner che sia disposto ad acquisirli. Aggiungo che ogni cessione di credito prevede la predisposizione contrattuale dell’attività che deve esser preventivamente autorizzata dal CdA. Nessun sospetto: le posizioni citate come oggetto di cessione sono realmente in itinere”

      • Gianluca says:

        Su queste difficoltà a recuperare i crediti io non sono stato informato quando ho messo dei soldi, credo che per trasparenza, questo post vada inserito ed evidenziato nel form di iscrizione come prestatore!!!
        Al momento ho 113 prestiti di cui 39 in ritardo (ne ho 4 in più rispetto ai vostri, perchè se uno non paga da novembre 2015 io lo considero in ritardo a fine febbraio), tornando ai numeri sono il 34.5% di sofferenza (che mi costa 5€ al mese di commissioni smartika).
        Sono assolutamente d’accordo con Giovanni che chiede un forum prestatori.

        • davo says:

          Anche io vorrei avere un forum per commentare. Il blog dovrebbe essere usato solo per comunicare le novita’ da parte di smartika.

          • davo says:

            Che poi un forum per metterlo su non ci vorrebbe neanche tanto che ne sono parecchi gratis, opensource e altro… Commentare in un blog non e’ proprio il massimo…

          • Tomaso says:

            @ davo

            Per come attualmente utilizzato il blog svolge un punto di contatto diretto con la community: l’idea di creare un forum ad hoc è molto concreta e verrà probabilmente inserita in dinamiche relative a sviluppi infrastrutturali.

  • andferra says:

    com’è possibile che tanti prestatori ritardatari non paghino neanche una rata ??!!

    • Tomaso says:

      @andferra

      Nel tuo portafoglio si rilevano sì posizioni di ritardo ma nessuno che abbia sospeso sin da subito il pagamento delle rate. Abbiamo rilevato che ciò ha avuto particolare rilievo per le erogazioni nel mercato K prima che effettuassimo un ulteriore restrizione sui parametri di ingresso.

  • Giovanni says:

    Le parole sono bellissime, ma i fatti? Tra le mie persone finanziate, su nove in ritardo ve ne sono due (Pajero e vare1002) con un ritardo di ben 4 rate (e il primo con una rata parzialmente pagata).
    Dopo 4 mesi io non la vedo come un ritardo, ma come una resa, e servono sicuramente azioni incisive per tutelare il nostro credito. Non voglio abbandonare la piattaforma perché credo nelo spirito alla base della stessa, ma in regime di autotutela ho alzato al massimo il tasso richiesto, bloccando di fatto le mie erogazioni.

    Propongo due modifiche sostanziali a Smartika: 1°, istituire un forum con accesso riservato ai soli soci prestatori (con moderazione stile forum classici e non come qui sul blog), al fine di poterci scambiare tutte le informazioni ritenute utili sui richiedenti e discutere liberamente del funzionamento della piattaforma che funziona solo grazie alla fiducia dei soci prestatori (senza soldi in cassa prestiti non se ne fanno), 2° la possibilità del prestatore di porre un veto sul prestito per bloccare determinati richiedenti, 3° rimborso della commissione mensile prestatori in caso di evidente inerzia della piattaforma nei casi di insolvenza delle persone finanziate.

    Vorrei inoltre sapere la documentazione che viene richiesta al momento dell’erogazione del prestito, e il tipo di accertamenti che effettuate sulla stessa per accertarvi della sua veridicità.

    • Giovanni says:

      PS: ritengo perlomeno sospetto da parte vostra rendere non cedibili, in caso di rientro rapido, i crediti delle persone insolventi. Per pura curiosità mi spiegate perché nella procedura di rientro rapido non appaiono nè pajero nè vare1002???

      • Tomaso says:

        @ Giovanni

        visti i nostri micro-paccehtti di posizioni non è immediato trovare un partner che sia disposto ad acquisirli. Aggiungo che ogni cessione di credito prevede la predisposizione contrattuale dell’attività che deve esser preventivamente autorizzata dal CdA. Nessun sospetto: le posizioni citate come oggetto di cessione sono realmente in itinere.
        Quanto a pajero e vare1002 se vi sono dei pagamenti non effettuati o effettuati con ritardo la posizione ad oggi non può ricadere nel rientro rapido.

        • Giovanni says:

          OK, però presumo che la loro posizione dovrebbe ricadere nella voce “in ritardo”, avendo più di tre rate insolute (escludendo febbraio, di cui non conosco l’esito, Pajero 3 rate più un pagamento parziale, Vare1002 4 rate).

          Poi volevo capire quando iniziano le procedure di “attenzionamento” alle persone finanziate insolventi.

          • Tomaso says:

            @ Giovanni
            Tutte le attività di recupero sono in esser e i prossimi aggiornamenti che verranno forniti evidenzieranno lo stato delle pratiche.
            Anche l’aggiornamento degli stati avverrà in relazione alle previste tempistiche.

          • Giovanni says:

            OK, ma vorrei sapere il parametro che va ad attivare tali meccanismi, visto che sono socio prestatore: quanti mesi/rate insolute portano all’attivazione dei vari meccanismi di recupero delle somme prestate e non restituite? Ecc.

            Grazie

          • Tomaso says:

            @ Giovanni

            L’attività di recupero parte sin dal primo insoluto; partendo da un’attività di recupero telefonico si passa a comunicazioni anche scritte per passare all’attività di esazione domiciliare. I passi ultimi sono quelli invece legati alla verifica di beni aggredibili e quindi di una attività giudiziale.

          • Giovanni says:

            Benissimo, e allora aggiornate ste benedette tabelle!!!

            “Contattato XY il giorno Z in merito alla rata non pagata del mese di XXX. Lo stesso diceva/si impegnava/mandava a quel paese/non rispondeva ecc.”

            “”Dato incarico alla società KKK recupero crediti in data XXX”

            ecc.ecc.

            Trasparenza, trasparenza!!! Purtroppo fino a quando non la vedrò, non darò nuova fiducia, mi dispiace.

    • Tomaso says:

      @Giovanni

      Nell’ambito di continue e dovute migliorie all’attività vi sarà una survey dedicata ai prestatori dove verranno chiesti anche suggerimenti alla community.
      La documentazione che viene chiesta dipende dall’attività di lavoro svolto e oltre al documento di identità e al codice fiscale, alla fotocopia del pagamento di un’utenza domestica, dell’ultimo estratto conto trimestrale e delle ultime due buste paga oppure modello Obis M oppure dichirazione dei redditi effettuiamo controllo anti frode su quanto pervenutoci.

      • EMPIRE52 says:

        Vengono controllate le veridicità dei documenti inviati? Non posso credere che due grossi prestiti concessi a gen e maggio 15(fili1990, bboi92 e Flick23), siano spariti nel nulla senza rimborsare neanche una rata … c’era qualcosa di falso nei documenti…

        • Tomaso says:

          @empire52

          Vengono effettuate verifiche antifrode sia tramite sistemi informatici che a fronte di verifiche dirette sulla documentazione giuntaci. Una delle ultime verifiche che viene effettuata per i lavoratori dipendenti è quella di accertarci che effettivamente siano locati presso il datore di lavoro emittente i cedolini paga.

  • EMPIRE52 says:

    Basta con le chiacchiere e gli spot … Facciamo i fatti … Finora l’unica azione che ho visto è un copia-incolla su tutte le posizioni super-ritardate- e ormai perdute, la frase: “Stiamo predisponendo l’iter per la cessione della pratica” . Vogliamo festeggiare quando si recupererà il primo EURO ex ZOPA!!!

    • Tomaso says:

      @ Empire52

      Relativamente al tuo portafoglio la posizione del richiedente achraf – ex Zopa – è in fase di costante recupero a fronte di un piano di rientro in essere.

      • EMPIRE52 says:

        .. quando aggiornate le schede? : achraf – 21/11/2014 Col debitore è in atto la valutazione di un piano di rientro; risultano dei pagamenti recenti, sopra è scritto : In Ritardo – Pratica trasferita al recupero crediti; sotto: Pratica trasferita al recupero crediti . … Se questo è il modo di tenere aggiornato un data base …

        • Tomaso says:

          @ Empire52

          Si tratta di una segnalazione automatica che compare allorquando una pratica è definita “in ritardo”: l’aggiornamento da effettuare è quello di riportarla nello stato ristrutturato

  • nicada says:

    E’ una notizia positiva; sarebbe utile anche avere aggiornamenti dettagliati sulle azioni di recupero crediti intraprese sulle posizioni in ritardo.
    Per quanto riguarda le posizioni in ritardo con quali modalità e tempistiche entra in azione Smartika Lender Protection?
    Io per esempio ho due richiedenti con prestiti concessi da oltre un anno uno dei quali non ha mai pagato nulla, l’altro una sola rata; quando entrerà in azione Smartika Lender Protection?

    • Tomaso says:

      @ nicada

      Allineandoci ad un’attività di recupero crediti più in linea con quanto da noi e dalla community desiderata, l’intervento di Smartika Lender Protection avverrà nel caso in cui si arrivi a ritenere una posizione completamente irrecuperabile.
      Come limite temporale, comunque, e in futuro Smartika Lender Protection non potrà intervenire prima di dodici mesi dalla data del primo insoluto.

      • nicada says:

        Con il miglioramento (si spera…) dell’attività di recupero crediti è sicuramente auspicabile avere informazioni più tempestive e con un minimo di dettaglio sullo stato dei propri crediti in sofferenza.
        Nel mio caso per esempio a fronte di richiedenti con ben 12 (fili1990) e 10 rate (VENMAR69) non pagate ho solo il laconico messaggio
        “Pratica trasferita all’agenzia di recupero credito”
        senza neppure una data che indichi quando ciò è avvenuto ed un minimo di dettaglio sulle azioni intraprese per recuperare il credito.
        Pochino!…

        • nicada says:

          Rettifico quanto avevo scritto: ho visto che qualche giorno fa è stato inserito negli “aggiornamenti” dei richiedenti in ritardo il dettaglio per le azioni di recupero crediti intraprese; bene!
          Per quanto riguarda le tempistiche dell’intervento di Smartika Lender Protection segnalo che per uno dei miei richiedenti in ritardo i 12 mesi sono già passati: a fili1990 il prestito era stato concesso il 30/01/2015 e da allora non ha mai pagato nemmeno una rata…

          • Tomaso says:

            @ nicada

            Prima dell’intervento di Smartika Lender Protection è necessario esaurire le attività di recupero e determinare quindi l’insolvenza della posizione.

  • Manuele Ulivieri says:

    Buongiorno,
    vorrei segnalarvi che siete probabilmente sotto l’attacco di qualche pirata informatico.
    Dei miei 11 ritardatari (la maggior parte addirittura risalenti al periodo Zopa) è stato aggiornato soltanto 1!!! (latteria24)

    • Tomaso says:

      @Manuele

      L’aggiornamento è avvenuto per tutte le posizioni Smartika: seguirà ad esso quello relativo alle posizioni Zopa.
      Anticipo i dati salienti per cinque delle tue nove posizioni

      lara8673: la cliente si è resa disponibile la scorsa settimana ad un piano di rientro che abbiamo al vaglio
      bygiulia: è stata definita la contrattualistica della cessione che dovrebbe formalizzarsi nell’arco di questo mese
      zagna: è stata definita la contrattualistica della cessione che dovrebbe formalizzarsi nell’arco di questo mese
      carldor: è stata definita la contrattualistica della cessione che dovrebbe formalizzarsi nell’arco di questo mese
      cagliostro: è stata definita la contrattualistica della cessione che dovrebbe formalizzarsi nell’arco di questo mese

      • lara8673 says:

        Ciao Manuele,
        sono uno dei tuoi debitori. Ti assicuro che stanno facendo di tutto per recuperare il mio credito: mi hanno anche pignorato lo stipendio. Nonostante io stia cercando una soluzione da circa un anno non ho ancora ricevuto una risposta alla mia proposta di saldo e stralcio che ho provato prima a fare tramite l’avvocato che gestisce la pratica e poi tramite mail al servizio clienti. Speravo di ricevere una risposta positiva ma su questo ho visto maggiore disponibilità da parte di società che non fanno riferimento a valori etici…
        Bisognerebbe saper distinguere tra truffatori e persone in difficoltà …

        • Tomaso says:

          @ lara8673
          Abbiamo dato riscontro nella giornata di ieri alla sua proposta che non possiamo dettagliare in questa sede ma che vede uno stralcio del dovuto di una rilevante parte percentuale senza però intaccare il capitale dei prestatori.

        • Donato says:

          @lara8673

          Complimenti per il coraggio. Fino ad ora, nessuno dei richiedenti in ritardo si era esposto e si era messo a scrivere sul blog. Prima di te solo noi prestatori abbiamo commentato e spesso ci siamo lamentati nei confronti di chi chiede in prestito i nostri soldi. Spero che tu possa saldare al più presto il tuo debito.
          Saluti
          Donato

          • Nanonat says:

            Si però i soldi per pagare un legale e difendersi lì ha strano però!


Per favore lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Current day month ye@r *