Statistiche Smartika Febbraio 2015

Vi riportiamo una tabella evidenziante le statistiche al 28/02/2015.

Rispetto a quanto sinora avvenuto, abbiamo preferito iniziare a fornire qualche dettaglio aggiuntivo che possa dare una congrua fotografia dello stato dei prestiti.

Segnaliamo subito un dato: delle posizioni non in regola con i pagamenti del mercato K, il 75% è antecedente la revisione da noi effettuata e di cui al post http://blog.smartika.it/2014/07/aggiornamenti-mercato-k/

Statistiche 28-02-2015_2

 

 

 

 

Tags: , , , , , , ,

Pubblicato in Aggiornamenti, My Smartika, statistiche

48 Risposta a “Statistiche Smartika Febbraio 2015”

  • Emilio60 says:

    Scusatemi, ma non capisco al 100% il senso di quel “hanno o hanno visto nel passato”.
    Se “hanno” irregolarità in data odierna non le dovrei trovare tra i ritardi/non pagati, e quindi diminuirmi il numero di quelli attesi?
    Se invece le “hanno viste in passato”, ma oggi sono nuovamente ok, è comunque una pregiudiziale sanabile col tempo oppure no?
    Mi spiego meglio, ipotizziamo un 48 mesi che ha dato problemi tra il 5° e l’8° mese ma poi si è rimesso in riga perfettamente.
    Non sarà mai più cedibile per tutta la sua vita residua? né dopo il 12°-18°-24° mese etc.etc.?

    Gradirei capire la giusta interpretazione.

    Grazie.

    • Tomaso says:

      @ Emilio60

      Ti riporto lo stralcio presente nelle FAQ allo scopo

      “Con la funzione RientroRapido puoi cedere tutti i prestiti con almeno una rata pagata e almeno tre rate ancora da pagare. I prestiti in cessione non devono essere in stato di ritardo né aver mai avuto un ritardo di pagamento. La rata corrente non deve essere scaduta da più di 7 giorni lavorativi (7 giorni sono i tempi bancari per l’accredito via Rid della rata). Inoltre, alcuni prestiti potrebbero risultare non cedibili se nel mercato non esiste almeno un’offerta attiva di un altro Prestatore compatibile per classe, durata e tasso. Comunque non ti devi preoccupare per capire quali prestiti puoi cedere, il sistema ti proporrà solo quelli che soddisfano le condizioni sopra elencate.
      Per poter utilizzare questa funzione devi però avere almeno 100,00 € di prestiti cedibili.”

      Detto ciò, non è detto che non si possano apportare delle modifiche ai prestiti eleggibili al ritiro inserendo discriminanti meno rigide.

      • Emilio60 says:

        OK, adesso è chiaro. Al di là del caso personale, riterrei equo che magari decorso un anno dal rientro in bonis della posizione, la stessa debba considerarsi pienamente “riabilitata”, se mi si passa il termine.

  • cecco1971 says:

    salve,in data odierna mi risulta partito un prestito a tyuiop2021 ,però lo trovo anche sul conto di pagamento sempre in data di oggi come se avesse pagato ben 36 rate.credo sia da correggere.Le statistiche mensili?

  • ultraanziano says:

    Buonasera, chiedo info sui seguenti RITARDATARI:
    – BASNAZ 74 – il 4.2. gli è stata notificato la decadenza del beneficio del termine, e poi?
    – AUTISTA 91 – Idem;
    – ELMA98- Pratica trasferita all’agenzia di recupero credito: quando? novità?
    – DANIELE91- sto aspettando di ricevere dal 4.2 la prima rata del piano di rientro.

    • Tomaso says:

      @ ultraanziano

      Le posizioni sono tutte in fase di aggiornamento: quanto a Daniele123 il versamento del primo effetto era previsto per il 30/04 e dobbiamo quindi attendere i tempi canonici per la conferma del pagamento.

  • Leonardo says:

    Ma le statistiche di marzo (con il relativo aggiornamento dei ritardi) quando usciranno?

    • Tomaso says:

      @ Leonardo
      Stiamo per pubblicarle.
      Sul blog/news comparirà un dato sintetico mentre all’interno di MySmartika stiamo pensando di strutturare informazioni decisamente più esaustive sulla falsariga di quanto avvenuto lo scorso mese.

  • Emilio60 says:

    Salve.
    C’è qualcosa che non capisco nel riepilogo “My smartika oggi”.
    Di tutti i miei prestiti erogati ne ho 33 (quasi il 29% del totale) in regolare ammortamento, né ritardi né altro.
    Però quando vado alla maschera del rientro rapido, al momento di scegliere quali tentare di cedere, mi dice che non ne ho nessuno di cedibile.
    Questo PRIMA di sceglierli e tentare un’incrocio con le eventuali domande.
    Sono molti mesi che si presenta così, ma non capisco perché.
    So che non si cedono i ritardi etc., ma quella quota è in regolare ammortamento ed io vedo le rate ripagate dal movimento del c.c.
    Mi date una dritta?
    Grazie.

    • Tomaso says:

      @Emilio60

      L’attività di RientroRapido, che a breve licenzieremo con una modalità operativa più snella, non consente di cedere i prestiti per i quali la rata è in fase di gestione: ad esempio, in data 05/05 non potevi ad esempio cedere i prestiti con scadenza 01/05 che, appunto, ancora deve esser gestita

      • Emilio60 says:

        OK, ho capito e riproverò dopo il 10.
        Però è mai possibile che proprio TUTTI e 33 (trotterellando? :-)) siano con data pagamento al 1 del mese, e che non ce ne sia NEMMENO UNO che abbia come data di pagamento il 21?
        Anche statisticamente è alquanto improbabile.
        Mi ci potreste dare un’occhiata voi, grazie?

        • Tomaso says:

          @ Emilio60

          Dipende se la richiesta di rientro rapido l’abbia effettuata prima del giorno 05/05 quando dovevano esser incassate le rate del 21/04

          • Emilio60 says:

            Mah, continua ad esserci qualcosa che non funziona.
            Dall’esame dei soli prestiti in regolare ammortamento, si vede che di questi ne ho circa 1/3 in pagamento in una giorno del mese e 2/3 nell’altro.
            Quindi in qualunque giorno del mese io provi la maschera del rientro rapido, una certa parte delle rate deve essere ormai ben fuori dal “periodo di gestione”.
            Invece anche oggi 12 Maggio la videata mostra ZERO prestiti cedibili.
            E sottolineo il malfunzionamento informatico perché a differenza dei giorni passati, oggi quella videata non riporta nemmeno il saldo liquido del c.c., segnalando ZERO anche per quello.
            Vi pregherei di far ricontrollare.
            Grazie.

          • Tomaso says:

            @ Emilio60
            Le posizioni in esser non possono esser cedute in quanto hanno o hanno visto nel passato delle irregolarità nei pagamenti che non le rendono eleggibili al Rientro Rapido

  • MWackowsky says:

    Buongiorno,
    nel mio caso non capisco l’utilità della classificazione ristrutturati (se non abbassare il numero dei ritardatari)

    Su 3 prestatori solo 1 ha pagato qualche rata nel 2015. Degli altri 2 nemmeno l’ombra di un pagamento (mi sembra siano irreperibili…). Metteteli di nuovo tra i ritardatari…

    • Tomaso says:

      @ MWachowski

      Per bacau1976 i pagamenti sono a mezzo cambiali a partire dal prossimo Giugno mentre per atono2011 abbiamo ricevuto il buon fine del pagamento ed entro domani provvederemo all’accredito.

  • Presidente says:

    Gentilissimi.

    ho 28 posizioni ‘in ritardo’ (oltre a 51 non incassati e 5 ristrutturati), il cui importo totale supera gli interessi.

    Ultimo aggiornamento ricevuto da alcuno dei ‘ritardi’ su attivita’ da voi svolte: 2 febbraio 2015. Inaccettabile.

    Chiara dimostrazione di vostro interesse ad avere capital ma non a seguire le pratiche (e informare!) con dedizione e tempestivita’.

    Il fatto che molte delle pratiche fossero precedenti a revision di VOSTRE politiche di credito, rende chiaro che prima tali politiche fossero espressione di valutazioni sbagliate. Che puo’ succedere, ma vi obbligherebbe a grande dedizione per recuperare errore, non a totale abbandono.

    Questa vostro disinteresse nel recuperare crediti incagliati ed a informare I creditori, mi fa valutare di non darvi piu’ fiducia e diminuire capital investito con voi.
    Finche non meriterete piu fiducia, serieta’ e costanza, nel gestire I nostri soldi.

    Saluti

    • Tomaso says:

      @ Presidente

      Nell’ambito di processi aziendali decisamente più macro, stiamo rivedendo anche tutti i processi di valutazione e recupero crediti per analizzare ambiti operativi di miglioria ed efficientamento del servizio.
      Tra le altre cose è al vaglio l’ambito del processo civile telamatico per le posizioni non recuperabili stragiudizialmente, dopo che nuove disposizioni regolamentari ed alcune sentenze della Cassazione hanno notevolmente ridotto l’ambito di operatività degli Organismi di Mediazione.
      Detto questo, per la maggior parte delle posizioni non è fattivamente possibile fornire ragguagli salienti con cadenza che sia inferiore ai 60 giorni.
      Infine, il “disinteresse” nel recuperare i crediti incagliati non alberga in alcun modo nell’ambito di Smartika che, anzi, sta cercando di trovare le soluzioni migliori sotto ogni punto di vista affinché venga svolta l’attività più consona per ogni pratica, tenendo anche conto del contesto in cui si opera e delle “novità” che emergono. Tutti rilievi che esternamente non si è in grado di percepire.

      • Presidente says:

        @ Tomaso

        Grazie per veloce risposta.

        Esternamente non si puo’ percepire tutto effettivamente.

        Si percepiscono pero’ I fatti.

        Crediti incagliati per valore ben superiore a interessi maturati su totale investito, quindi investimento virtualmente in perdita. Almeno nel mio caso.

        Informazioni nulle su ciascuna delle oltre 50 posizioni, da ben oltre I citati 60 giorni (neppure una!).

        Vedremo I fatti.

        Grazie per attenzione

        • Nicola Merlo says:

          Nota per Tomaso
          scusate se mi intrometto ma in effetti i crediti incagliati sembrano andare un po’ a rilento: ad esempio vedo una notifica relativa alla posizione debitoria “gaefafuec” che riporta ” cadenziamo nel mese di Gennaio nuova verifica” ma ad oggi non vedo nessuna evoluzione. inoltre il vostro conteggio delle posizioni “non incassato” – almeno nel mio caso – riporta 18 elementi ma in realta’ sono 19.
          capisco il vostro impegno nella gestione del servizio ma a volte questi ritardi demotivano l’intenzione di investire.
          grazie e buon lavoro

          • Tomaso says:

            @ Nicola
            Il rilievo è costruttivo. Stiamo adempiendo ad una revisione anche del processo di recupero di crediti per sbrogliare posizioni che giacciono in ritardo da troppo tempo.

            A partire da domani provvederemo ai primi aggiornamenti

          • Nicola Merlo says:

            Grazie per la risposta, so che la vostra attività è volta a migliorare sempre il servizio ma purtroppo i tempi in cui viviamo – con l’improvvisa perdita del lavoro o di guadagno per chi deve ripagare un debito contratto – rendono l’attività del recupero crediti sempre più difficile
            a presto

    • andrea says:

      confermo che purtroppo l’impressione che ho è sempre la stessa. si presta facile e poi si vede se si incassa. non dico che dipenda da negligenza o altro. leggo solo i risultati. anche io sono vicino a perdere tutti gli interessi guadagnati fino ad oggi. probabilmente in italia i prestatori non sono tutelati dalla legge come i furfanti o disonesti.

      • Tomaso says:

        @Andrea

        Circa il 50% delle richieste che riceviamo vengono declinate in prima istanza, in virtù di rilievi che non ci consentono un’approvazione.
        Non entro nel merito di come non sia facile l’attività di recupero crediti ma qui deve rientrare una modalità di Smartika che consenta ai Prestatori di esser ancor più tutelati.

  • cecco1971 says:

    Salve,oggi sono stato in un CAF CGIL per la dichiarazione dei redditi e quando ho presentato la Vostra certificazione mi hanno detto che con le nuove regole occorre il modello di certificazione CU e quindi non ho potuto concludere la dichiarazione.Voi ne sapete niente?scrivo qui perchè magari la Vostra risposta può essere utile ad altri prestatori.

    • Tomaso says:

      @cecco1971

      Dai rilievi in nostro possesso la Certificazione Unica è obbligatoria esclusivamente per i redditi di lavoro dipendente e assimilato, lavoro autonomo, provvigioni, condomini, compensi corrisposti alle stato, tfr e arretrati di lavoro dipendente.

      • vitaminico says:

        Ho avuto anch’io lo stesso problema e leggendo le varie normative credo il caso di smartika potrebbe non essere previsto. Il fatto che non sia obbligatorio non significa che non sia possibile farlo e siccome ogni prestatore dovrebbe spiegare al proprio caf una difficile interpretazione legislativa potreste pensare (per semplificare il lavoro dei prestatori) di rilasciare la certificazione unica anche se non vi è imposto dalla legge?

        • Tomaso says:

          @ vitaminico

          Ci siamo ovviamente confrontati con i nostri fiscalisti prima di fornire la certificazione nella modalità in cui è avvenuta e dobbiamo attenerci appunto ai dettami previsti senza interpretazioni soggettive.
          Quello su cui possiamo ragionare, in virtù di quanto sta emergendo, è di segnalare ai Prestatori che hanno ricevuto la certificazione una comunicazione ad hoc da presentare ai CAF all’atto della presentazione della documentazione per la dichiarazione dei redditi

          • Aldo Ghezzo says:

            Beh, avendo 60 € di interessi per i quali ho pagato la ritenuta ma oltre 130 € di perdite, smetto di metterla in dichiarazione.

          • Andferra says:

            Quando farete questa lettera/comunicazione ? manderete una mail a tutti i prestatori?

          • Tomaso says:

            @ Andferra

            Il riferimento inerente la Certificazione Unica è quello che riporto di seguito

            “Sono tenuti all’invio del flusso telematico coloro che nel 2014 hanno corrisposto somme o valori soggetti a ritenuta alla fonte,
            ai sensi degli artt. 23, 24, 25, 25-bis, 25-ter, 29 del D.P.R. n. 600 del 1973 e 33, comma 4, del D.P.R. n. 42 del 1988.
            Sono altresì tenuti ad inviare il flusso coloro che nel 2014 hanno corrisposto contributi previdenziali e assistenziali dovuti
            all’INPS e all’INPS Gestione Dipendenti Pubblici e/o premi assicurativi dovuti all’Inail”

            e l’attività di Smartika non rientra in nessuno degli articoli di Legge sopramenzionati.

            Pertanto, i dati per la dichiarazione dei redditi vanno inseriti con la stessa modalità con la quale si è adempiuto negli scorsi anni e riportato nelle nostre FAQ
            http://www.smartika.it/it/faq/voglio-iniziare-a-prestare.html

          • vitaminico says:

            OK quando credete possa essere pronta la comunicazione ad hoc?

          • Tomaso says:

            @ vitaminico

            Il riferimento inerente la Certificazione Unica è quello che riporto di seguito

            “Sono tenuti all’invio del flusso telematico coloro che nel 2014 hanno corrisposto somme o valori soggetti a ritenuta alla fonte,
            ai sensi degli artt. 23, 24, 25, 25-bis, 25-ter, 29 del D.P.R. n. 600 del 1973 e 33, comma 4, del D.P.R. n. 42 del 1988.
            Sono altresì tenuti ad inviare il flusso coloro che nel 2014 hanno corrisposto contributi previdenziali e assistenziali dovuti
            all’INPS e all’INPS Gestione Dipendenti Pubblici e/o premi assicurativi dovuti all’Inail”

            e l’attività di Smartika non rientra in nessuno degli articoli di Legge sopramenzionati.

            Pertanto, i dati per la dichiarazione dei redditi vanno inseriti con la stessa modalità con la quale si è adempiuto negli scorsi anni e riportato nelle nostre FAQ
            http://www.smartika.it/it/faq/voglio-iniziare-a-prestare.html

          • vitaminico says:

            Quindi la comunicazione ad hoc sarebbero questi riferimenti legali?!?!?!?! …dovremmo farne un taglia/incolla su un nuovo documento di testo o impararlo a memoria?!?!?!?!
            Sarebbe stato più elegante e più efficace una letterina su carta intestata, e credo avrebbe lasciato un segno di maggiore professionalità. Vuole essere solo un consiglio, tanto poi una risposta che lascerebbe a bocca aperta anche un sordo seguirà! In bocca al lupo!

          • Tomaso says:

            @ vitaminico

            Il consiglio è ben accetto, ovviamente. Per il momento provvediamo ad inserire quanto riportato in un apposita comunicazione nelle News.
            Stiamo verificando con i nostri Organi interni quale possa essere la modalità più adeguata per fornire eventualmente un documento ufficiale.

    • fre says:

      Buongiorno. Come cecco1971 mi sono recata venerdì 17 aprile presso CAF CISL per la mia dichiarazione dei redditi e mi è stata data la sua stessa risposta. ..Ovvero da quest’anno è obbligatorio produrre il modello certificazione CU per smartika….quindi non me l’hanno potuta fare finchè non produrrò quel documento che dovreste produrre voi. Chiedo cortesemente che vogliate verificare correttamente. Grazie

      • Tomaso says:

        @ fre

        L’obbligo della Certificazione Unica riguarda fondamentalmente i redditi derivanti da lavoro; benché l’aliquota da applicare sugli interessi percepiti dall’attività con Smartika sia appunto la medesima dei suddetti redditi, non è formalmente assimilabile ad attività lavorativa e pertanto non rientra nell’ambito di quanto previsto per la CU.

        Per il resto ciò che possiamo pensare di fare è quanto indicato nella risposta a @vitaminico

  • cecco1971 says:

    direi molto bene,anche le quote protection lender fanno ben sperare per un futuro più tranquillo per i prestatori,bravi!

  • Donato says:

    Finalmente!
    Ottimo report.

    Purtroppo la mia situazione è più sfortunata. Spero che il futuro sia molto più roseo.
    Saluti
    Donato

  • accio (Alessandro) says:

    quoto Gabriele83,
    però la reportistica così disomogenea tra un mese e l’altro non dà una buona immagine in termini di comunicazione.

    Un caro saluto

    • Lorena says:

      @accio La statistica che abbiamo pubblicato per il mese di Febbraio è quella che vorremmo utilizzare per le future segnalazioni mensili, cercando, inoltre, di inserire sempre più altre informazioni che possano esser utili..
      Con cadenza più procrastinata, invece, l’intento è quello di fornire informazioni, sulla quantificazione dei guadagni, così come riportato nella statistica pubblicata ad inizio Marzo.
      Rimaniamo ovviamente disponibili ad ascoltare suggerimenti, migliorie ed anche critiche costruttive.

  • Gabriele83 says:

    Bravi, finalmente una tabella esaustiva!


Per favore lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Current day month ye@r *