Statistiche Smartika al 31/03/2014

Vi riportiamo i dati relativi all’attività di Smartika aggiornati al 31/03/2014 in termini di prestiti erogati

Marzo Cumulato
Totale prestiti erogati 60 981
Importo prestiti erogati 270.410 5905010
TAEG 10,74 9,53
Importo medio erogato 4507 6077
Durata media 32 36,94
Numero rate da incassare 12263
Numero rate incassate 12046 98,23%
Importo rate da incassare 2202310,86
Importo rate incassate 2156075,3 97,90%
Richidenti in ritardo 14 – Mercati A36(2), B24(2), B36(3), B48(2), C24(1), C36(1), C48(3)
Richiedenti con rate non incassate (meno di quattro) 46

Tags: , , , , , ,

Pubblicato in Aggiornamenti, My Smartika, statistiche

44 Risposta a “Statistiche Smartika al 31/03/2014”

  • scandiano1 says:

    Vorrei sapere come procedono le cose riguardo alle 2 “balene bianche” degl’insolventi: marinella09 e roro1.
    Capisco bene che ci sono le info nella sezione specifica, ma per soggetti come marinella09 i 60 giorni del decreto ingiuntivo dovrebbero essere scaduti da oltre 1 mese…si è opposta? caccia la pila? dobbiamo organizzare una caccia all’insolvete vecchio stile con forconi, massa umana adirata e lanterne?
    Mille grazie!

  • Spartacone says:

    Ciao a tutti,
    sono un vecchio zopiano della prima ora e mi accodo alle varie richieste di risolvere i ritardi di Zopa ormai cronicizzati; io in particolare ne ho 7, di cui 2 non versano dal 2009 !!!
    Vorrei inoltre sapere se e come è possibile spostare gli importi dalla categoria “non offerto” a quella “offerto” .
    Grazie

  • songlines says:

    Ragazzi, la app Smartikapp è ufficiale?

    https://play.google.com/store/apps/details?id=com.Smartika.app

    Non per bruciarvi il lancio, di questi tempi non si sa mai…

    • Tomaso says:

      @ songlines

      La APP per ANDROID è ufficiale (stiamo lavorando anche per quella IOS): in data odierna ne daremo comunicazione sul blog e faremo seguire mail a tutti i prestatori.

      Tomaso

  • ellembi47 says:

    damian1991 10,00 K12 € 0,82 27/02/14
    caanvas 10,00 K48 € 0,36 28/02/14
    genegene74 10,00 K36 € 0,25 14/03/14
    cino90 10,00 K12 € 0,81 21/03/14
    cyanogens4 10,00 K12 € 0,81 07/03/14
    Sono 5 questo mese i prestiti mercato “K” che vengono segnalati in ritardo: di questi 5 solo uno ha pagato la prima rata (ma non la seconda) gli altri proprio manco ci hanno pensato (il 21/4 era la prima rata in scadenza)! Mi auguro che sia solo un disguido dovuto alle numerose feste: se così non fosse però ci sarebbe da preoccuparsi veramente su come vengono effettuate le istruttorie sul mercato K! ellembi47

    • Tomaso says:

      @ ellembi47

      Grossa parte di questi debitori sono utenti Banco Posta. Poste Italiane ha autorizzato l’inoltro dei rid SEPA a Smartika soltanto a partire dalla scadenza del 01/05 e, contrariamente a quanto fatto da altri Enti di Credito con i quali lavoriamo, non consente le disposizioni con la modalità ordinaria provvedendo direttamente alla variazione del formato (i fruitori del servizio RID possono in teoria inoltrare le disposizioni in modalità ordinaria sino al Febbraio 2016): pertanto, stiamo invitando i debitori ad effettuare i versamento a mezzo postagiro oppure bonifico.

      Tomaso

      • ellembi47 says:

        Mi sembra che la situazione dei prestiti K sia peggiorata… Nel mio caso uno ha pagato ma se ne sono aggiunti due nuovi

        damian1991 10,00 K12 € 0,82 27/02/14
        caanvas 10,00 K48 € 0,36 28/02/14
        castano 10,00 K48 € 0,18 25/03/14
        genegene74 10,00 K36 € 0,25 14/03/14
        cyanogens4 10,00 K12 € 0,81 07/03/14
        ginaperillo 10,00 K48 € 0,18 03/04/14

        Va bene il pagamento tramite posta ma mi sembra che qui ci sia qualcosa che non quadra. Ellembi47

        • Tomaso says:

          @ ellembi47

          Estrapolando i dati relativi a coloro i quali, appartenenti al mercato K, abbiano già visto quantomeno il pagamento di una rata, l’80% di essi risulta regolare; del restante 20%, quasi il 70% sono utenti Banco Posta.
          Trattandosi di un mercato “giovane” lo teniamo costantemente sotto osservazione così da tararlo in funzione di eventuali ricorrenze che possano determinare una marginalità di rischio oltre quella preventivata.

          Tomaso

      • velaccino71 says:

        @Tomaso

        Grazie per averci segnalato la problematica con le Poste.
        Che azioni Smartika pottrebbe intraprendere, qualora vi siano ed in via preventiva, per evitare questo tipo di ritardi nei trasferimenti di denaro senza dover invitare successivamente i debitori ad effettuare i versamenti?

        • Tomaso says:

          @ velaccino71

          I Rid SEPA sui conti Banco Posta sono ora correttamente attivi.

          Tomaso

          • Runner73 says:

            Si, ma la gran parte dei prestiti sul mercato K va in “mancato pagamento”. Al momento giudico un fallimento il mercato K e ritirerò i fondi. Così com’è il mercato K non dà garanzie ai prestatori.

          • Tomaso says:

            @ Runner73

            Delle quattro pratiche del mercato K da te finanziate che ad oggi non hanno visto il pagamento della rata, tre sono utenti BancoPosta: solo a partire dalla scadenza del 21/05 siamo riusciti ad agganciare i Rid SEPA per questi debitori.

            Tomaso

          • velaccino71 says:

            Va bene, avete agganciato i RID SEPA degli utenti finanziati, e per i futuri? Potrebbero ripresentarsi tali problemi? Potete fare qualcosa per prevenire o va bene tutto così?

          • Tomaso says:

            @ velaccino71

            L’adesione ai RID SEPA è avvenuta e a riguardo non potranno ripresentarsi difficoltà. Quanto alla possibilità di elencare sul blog tutte le azioni intraprese per tutti i debitori non la perseguiremo: ognuno avrà evidenza dello stato delle proprie posizioni all’interno di MySmartika

            Tomaso

  • Donato says:

    Buongiorno. Non ho letto nessuna comunicazione relativo all’incasso rata del 21/04. Ci sono dei problemi? Se non ho fatto male i conti, l’ottavo giorno lavorativo è ormai passato.
    Grazie

    • Tomaso says:

      @ Donato

      L’incasso avverrà in data odierna

      Tomaso

      • Donato says:

        Buongiorno ho lasciato passare alcuni giorni per capire come vi sareste mossi al riguardo ma a quanto pare toccherà a me pungolarvi.

        Avrei bisogno di sapere la situazione di monobar:
        5 01/11/13 In Ritardo0,350,150,50-18,59
        6 01/12/13 Incassata0,360,140,500,3612/12/1318,23
        7 01/01/14 Incassata0,370,130,500,3714/01/1417,86
        8 01/02/14 In Ritardo0,360,140,50–17,86
        9 01/03/14 Incassata0,370,130,500,3718/03/1417,49
        10 01/04/14 In Ritardo0,370,130,50–17,49
        11 01/05/14 In Ritardo0,370,130,50–17,49
        12 01/06/14 In Gestione0,380,120,50–17,49

        Nell’elenco sopraccitato si contano 4 rate in ritardo. Secondo le vostre regole, all’interno della pagina mysmartika oggi, monobar dovrebbe essere etichettato come “in ritardo” mentre al momento compare ancora nella categoria “non incassato”. Motivo?
        Altra domanda: la sua prima rata in ritardo risale al 1/11/13. Credo che più di sei mesi siano un numero ragionevole di giorni per cercare di capire se il tale intende pagare. Ci sono novità al riguardo?

        Attendo risposte ad entrambi e quesiti.
        Grazie.

        • Tomaso says:

          @ Donato

          Siamo in diretto contatto col debitore: qualora non ci giungesse il pagamento quantomeno di una rata entro la prima decade del prossimo mese la pratica verrà segnalata come “in sofferenza” e verrà recapitata al debitore principale e al garante che con lui ha sottoscritto il prestito la lettera di decadenza del beneficio del termine.

          Tomaso

  • accio (Alessandro) says:

    Stamattina leggendo il giornale mi sono imbattuto in due pagine pubblicitarie di due finanziarie che, “secondo il codice deontologico” bla bla bla, possono cancellare il nominativo di un cattivo pagatore segnalato al CRIF.

    Mah! Un po’ come la ricostruzione dell’imene.

    Penso che nessuno cancelli un nominativo sotto lauto compenso in barba al codice deontologico. Sarebbe reato, no?

    E Smartika come si regola con i richiedenti K “senza storia creditizia”? Non è che ci caschiamo con tutte le scarpe?

    • Tomaso says:

      @ accio

      La cancellazione delle segnalazioni non può avvenire se non sono decorsi i tempi previsti del Codice Deontologico bensì solamente nei casi in cui vi sia stata una non corretta contribuzione delle informazioni

      Tomaso

  • Gabriele says:

    Più di un anno fa Carlo diceva: “contiamo di chiudere entro la fine del 2013 le situazioni di ritardo di Zopa”; a Gennaio di quest’anno Carlo diceva: “sono in fase di gestione conclusiva”; ora con tutto rispetto siamo a Maggio e la conclusione non c’è stata.. anzi siamo ancora in alto mare! Quando si fanno delle dichiarazioni bisogna in qualche modo cercare di rispettarle, ma questo non avviene mai in nessun campo se per contro non c’è una “sanzione”. Se non si è in grado di rispettare un termine (qualunque sia la causa) evitiamo di fare promesse.. questione di rispetto!

    • Tomaso says:

      @ Gabriele

      Le posizioni in ritardo della gestione Zopa riportano dati nella ripartizione del capitale e degli interessi corrisposti non in linea col piano di ammortamento e per questo a brevissimo verrà ultimato il lavoro che consentirà la visualizzazione corretta delle informazioni.

      Detto questo ci sono due scenari diversi per le pratiche: quelle che saranno oggetto di cessione e quelle che invece stanno vedendo o piani di rientro oppure una gestione giudiziale: nel primo caso, infatti, ed è quello oggetto delle tempistiche a suo tempo riportate, la Società che abbiamo individuato sta ultimando l’attività di analisi per formalizzare l’offerta di acquisto (contavamo di riuscire a trovare in tempi più celeri chi si prestasse all’acquisizione di un pacchetto non elevato in termini di volumi).

      Concordo, comunque, che una maggiore precisione sui tempi forniti riguardo una qualsivoglia attività sarebbe dovuta.

      Tomaso

  • wsereno says:

    attualmente mi ritrovo con 129 richiedenti finanziati di cui 7 che non hanno versato una o più rate
    mi pare una media alta oppure è la norma?
    se ritorno al calcolo postato in precedenza da un prestatore, dove spiegava che occorrono quindici paganti per pareggiare uno non pagante ora sono già in perdita?

    • Tomaso says:

      @wsereno

      A riguardo l’unica risposta che possiamo dare è che, secondo il rapporto mensile di ABI, al mese di Febbraio 2014 le sofferenze (e non semplici ritardi) risultano pari all’8,5% degli impieghi (per le famiglie consumatrici tale percentuale è pari al 6,4%)

      Tomaso

    • EUROGEN - prestatore pioniere ZOPA says says:

      @wsereno
      La tua media è un po’ alta forse a causa della bassa frammentazione del conto capitale. Io ho 300 richiedenti con 39 ritardi, ma di essi 32 sono cronicizzati ZOPA, quindi sono nella tua stessa situazione ma con una percentuale di ritardo 7/(300-32) non 7/129. Attento che stai contando solo i ritardatari dichiarati, nel mio caso ad esempio ho altri 14 richiedenti che hanno un ritardo si ma inferiore ai 3 mesi. Per capire la situazione del rientro devi andarti a pescare nel sinottico la cifra in ritardo e dividerla per l’interesse medio che stai percependo dagli altri prestatori. Nel mio caso ho € 331 euro di ritardo capitale dichiarato SMARTIKA, percepisco € 60 di interesse mensile al netto delle tasse, scopro che mi servono 5 mesi per recuperare il capitale perduto con gli interessi dagli altri prestatori, quindi sono in perdita per 5 mesi poi vado in pareggio. Ovviamente se i 7 in ritardo si sono manifestati nel tempo, cioè da quando smartika ha riaperto i battenti, i mesi già passati vanno considerati per verificare se sei ancora sotto o comunque (come nel mio caso) in sostanziale attivo. Fatti due conti, poi ci fai sapere…

  • EUROGEN - prestatore pioniere ZOPA says says:

    Io ho una domandina, in effetti scaturisce da un recente problema che abbiamo avuto con il sistema di scoring che avete. Un richiedente che conosco mi dice di avere una storia creditizia effettiva, SMARTIKA gli comunica di far parte del mercato K, e che non risulta nulla sul database del credit bureau.

    Suppongo che il database sia unico, ma non ho il coraggio di fare una visura (siamo ovviamente abilitati) ritenendo comunque che il mio conoscente dica il vero o comunque sia convinto di ciò che afferma.

    Un saluto a tutti i prestatori!

    • Tomaso says:

      @Eurogen

      Il database non è unico: vi sono due Bureau che vanno per la maggiore e sono Epxerian-Cerved (da noi utilizzato) e Crif
      Per quanto riguarda lo storico creditizio esso viene ad “annullarsi” se l’ultima operazione finanziaria accesa risulta chiusa da più di tre anni

      Tomaso

      • EUROGEN - prestatore pioniere ZOPA says says:

        Grazie per la risposta. Purtroppo devo constatare con amarezza che l’assegnazione di tale classe avviene sulla base di dati che, per una importante fetta della popolazione senza storia creditizia, non corrisponde al vero

        (=censiti solo in crif+censiti anche in bureau ma senza operazioni da oltre 36 mesi)

        • Tomaso says:

          @ Eurogen

          Non si può esser censiti in un Bureau se non si sono fatte operazioni da tre o più anni perché i dati, per legge, vengono oscurati.
          Quanto alle posizioni censite solo in Crif, con la creazione di Experian-Cerved i dati tra le due Banche Dati sono pressoché parificati.

          Tomaso

          • EUROGEN - prestatore pioniere ZOPA says says:

            Tommaso, il motivo per cui i dati a voi non sono disponibili è certamente una informazione in più ma non cambia il fatto che state assegnando molte classi K in modo opinabile.

            Mi fa piacere che il database è unico, almeno questo aspetto mi sembrava paradossale.

            Un saluto

          • Tomaso says:

            @Eurogen

            Opinabile? All’atto dell richiesta documentale chiediamo anche l’ultimo estratto conto proprio per verificare la presenza di altre operazioni finanziarie che possano incidere sul rischio di sovraindebitamento.
            Inoltre, non tutti gli Enti finanziari censiscono le informazioni ai Credit Bureau: non vi è alcun obbligo in merito.

            Tomaso

          • EUROGEN - prestatore pioniere ZOPA says says:

            @ Tommaso
            Si, opinabile, nel senso che si presta ad essere oggetto di opinioni anche contrastanti. Ognuno dei prestatori che legge potrà farsi un’opinione personale sul modus di assegnazione di questa classe di rischio.

            Di nuovo, è molto interessante sapere che non tutti gli enti finanziari sono obbligati a popolare il database dal quale prelevate le informazioni sui soggetti stessi, è un’altra informazione in più come per la precedente risposta.

            Un saluto e buon lavoro

  • Giovanni says:

    ma i debitori in ritardo vengono da voi segnalati al CRIF?

    • Tomaso says:

      @ Giovanni

      Tutti i richiedenti vengono segnalati presso gli archivi del Credit Bureau Experian-Cerved: per coloro i quali non corrispondono le rate secondo il piano di pagamenti si evidenzia lo stato di irregolarità nel pieno rispetto del Codice Deontologico in vigore.

      Tomaso

  • cirodam says:

    Ma… come mai ora robertino84 è passato tra i ritardatari ?? Cioè l’ultima rata è stata incassata l’ 11 aprile 2014 tra svariate rate saltate e pagate e mentre prima era in ” attesa”, dopo quest’ultimo pagamento è passato all’ altra sponda…

    • Tomaso says:

      @ cirodam

      Abbiamo fatto pervenire la lettera di decadenza del beneficio del termine al debitore e tale riscontro ci impone la segnalazione dello stesso tra coloro in ritardo

      Tomaso

      • cirodam says:

        Quindi versando le rate diminuirà l’importo in ritardo o con lui non avrete piu’ a che fare passando tutto al recupero crediti ??
        Perchè in quest’ultimo caso mi sembra insensato, visto che comunque, in parte, ripagava.

        • Tomaso says:

          @ cirodam
          La posizione del debitore è già stata gestita da due società di recupero crediti: in un primo momento si era reso disponibile al recupero dell’arretrato adottando un piano di rientro che poi però non ha più seguito: pur con un recente pagamento, lo storico delle comunicazioni intercorse ci impone di adire con le modalità di cui sopra

          Tomaso

  • darkpella says:

    Salve, avete novità sulla richiedente in ritardo alessandra61?
    L’ultimo aggiornamento è del 29-05-2013: “La debitrice ha proposto un piano di rientro da noi accettato”
    Da allora non ho visto che il piano di rientro si sia in qualche modo concretizato.

    • Tomaso says:

      @ darkpella

      La debitrice sta corrispondendo un piano di rientro e l’ultimo pagamento risale al 25 Febbraio 2014

      Tomaso


Per favore lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Current day month ye@r *