Apre il Mercato K: Smartika dà finalmente una possibilità anche a chi non ha una storia creditizia

L’accesso al credito di privati e famiglie che non vantano una storia creditizia esistente era pressoché sbarrato da banche e finanziarie: ora Smartika, attraverso i suoi Prestatori, offre anche questa  possibilità confermando di essere vicina ed attenta alle necessità degli italiani.

I Richiedenti senza storia creditizia verranno assegnati ad un nuovo mercato Smartika a loro riservato (K, che si va ad affiancare a quelli riservati a chi ha storia creditizia) e le loro richieste, se valutate positivamente, verranno finanziate dai Prestatori, secondo il consueto modello operativo.

In una prima fase l’importo richiedibile sarà tra 1.000 e 5.000 € e potranno fare la richiesta i dipendenti a tempo indeterminato/determinato/part time, i lavoratori con contratto inserimento/apprendistato e i pensionati; il rischio di credito di questa categoria, che non deve presentare protesti e pregiudizievoli a proprio carico, è limitato per ora coloro i quali svolgono una professione che  fornisce maggiori indici di solvibilità rispetto ad altre.

In vista di queste importanti novità ti invitiamo, a partire da domani 04/02, ad entrare in MySmartika e ad aggiornare la tua offerta assicurandoti di includere anche il mercato K. In questo modo potrai essere tra i primi a partecipare al finanziamento di questa nuova categoria di prestiti. Anche per questa categoria abbiamo deciso di mantenere l’offerta dei Prestatori a tassi fisso in modo da tenere sotto controllo il costo del finanziamento dei Richiedenti.

Siamo sicuri che non perderai l’occasione e vorrai partecipare anche tu a questa innovazione che Smartika porta al mercato del credito in Italia.

Ci è sembrato doveroso riservare questa informazione a chi ci segue sul blog (come al solito commenti e suggerimenti sono benvenuti).

Maurizio Sella

update 04/02/2014
Il mercato K è ufficialmente aperto

Tags: , , , ,

Pubblicato in Aggiornamenti

81 Risposta a “Apre il Mercato K: Smartika dà finalmente una possibilità anche a chi non ha una storia creditizia”

  • Sabrina says:

    Salve vorrei sapere come posso fare per richiedere un prestito di 3000 euro senza garanzie perché non ho busta paga mi servono per prendere in gestione un locale

    • Tomaso says:

      @ Sabrina
      La mancanza di un reddito dimostrabile al momento non consente la possibilità di valutare una richiesta di prestito con Smartika

  • ellembi47 says:

    Dopo due mesi già 2 prestatori K in ritardo… mi dispiace ma mi tiro provvisoriamente fuori da questo mercato finché non ho statistiche più lunghe! Ellembi47

    • Tomaso says:

      @ellembi47

      Ad oggi risulta un richiedente del mercato K che non ha corrisposto la sua scadenza

      Tomaso

      • ellembi47 says:

        Sì, l’altro ha pagato con leggero ritardo… Certo che ritrovarsi subito due prestiti K insoluti alla prima rata non è molto simpatico: per questo motivo voglio attendere qualche mese prima di ripropormi come prestatore su questo mercato. Ellembi47

        • Donato says:

          La cosa grave o meglio sono due è che i richiedenti sono dipendenti a tempo indeterminato e gli importi dei prestiti sono più bassi (fino a 5000 euro).
          Se già alla prima rata ritardano o peggio non pagano, non si prospetta un “buon giorno”. Ripeto, io mi allontano per un po’ da questo mercato perché ultimamente la piattaforma ha scelto spesso i mercati K e vorrei capire bene come si muove.

  • ellembi47 says:

    Oggi, se io bloccassi le offerte del mercato K, resterei con una segnalazione di offerta sul mercato C12. Scusate, ma non vengono più presentate richieste di prestito da gli altri mercati ? Mi sembra molto strano: a questo punto potrei non essere più disposto a prestare soldi su un mercato a tassi prefissati e decisi da Smartika: ultimamente il mercato K ha assorbito il 99% delle mie offerte; non essendo un mercato ancora molto sperimentato inizio a temere di espormi troppo in un unico settore e perderei quella diversificazione che finora ha caratterizzato i miei investimenti in Smartika.

    • Francesca says:

      Al momento ci sono 42 richieste di prestito in valutazione così ripartite:
      A48:1
      B24:1
      B48:5
      C12:1
      C24:1
      C36:7
      C48:9
      K24:2
      K36:8
      K48:7
      Il mercato K assorbe circa la metà delle richiesta in valutazione ma lascia ampio spazio anche agli altri mercati

      • ellembi47 says:

        Secondo la risposta di Francesca ci sono 17 pratiche K in essere al momento: Spiegatemi come posso avere io 19 pratiche K su 20 in assegnazione?
        Ellembi47

    • Donato says:

      Lo stesso vale anche per me. Adesso lo staff comincerà a snocciolare percentuali più precise ma che comunque non si discosteranno troppo dalle tue 😉
      Stavo pensando di togliere momentaneamente le offerte dal mercato k per riappianare un po’ meglio la situazione.
      E’ vero che prima passava molto tempo dall’assegnazione al prestito effettivo ma il boom di questi 2 mesi sul mercato k è quantomeno curioso.

  • ellembi47 says:

    Oggi ho “vinto” un nuovo cliente della serie “K”: Alexbrasos85. Verificando la sua scheda vedo che è proprietario con mutuo. Come può essere senza storia creditizia uno che ha un mutuo in corso?

  • CrazyMonK says:

    Noto che nessuno dei miei richiedenti in mercato K ha un garante.
    Si potrebbe pensare almeno in questo mercato, in cui i tassi sono fissi, a richiedere interessi un po’ più alti in assenza di un garante? Sarebbe un buon incentivo e darebbe a noi prestatori una maggiore sensazione di solvibilità…
    Non ho trovato descritto sul sito chi possa accedere ad un prestito nel mercato K, quindi al momento lo ritengo un mercato ad elevato rischio. Non capendo bene il meccanismo di valutazione dei richiedenti e non riesco a valutare se il tasso imposto a cui sto prestando sia adeguato.
    Per ora faccio qualche tentativo…

  • puck1983 says:

    Negli ultimi giorni il denaro rimanente della mia ultima offerta è passato tutto in assegnazione a mercati k (per l’esattezza 7 “pacchetti” da 10 euro su 8).
    Non ho ancora “deciso” se questo debba farmi gioire o preoccupare. Sono barricato anch’io sui mercati A+ ed A perché fanno ancora male le ferite zopiane nei mercati B e C. Ora questo nuovo mercato è letteralmente esploso e (complice la mia impalpabile competenza in materia) non sono ancora riuscito a capire se e quanto questo mercato sia affidabile.
    Mi dite a mo’ di “Economy for dummies” dove si colloca in una scala di rischio questo mercato? anche approssimativamente, non c’è problema!

    • Tomaso says:

      @ puck1983

      Alla data odierna nove sono i prestiti del mercato K erogati mentre 16 quelli in valutazione: all’interno di questo emrcato ricadono al momento esclusivamente i lavoratori dipendenti ed i pensionati che statisticamente forniscono maggiori sicurezze in termini di solvibilità rispetto ad altre categorie più rischiose.
      Inoltre, il limite di importo erogabile a € 5000,00 fa tendere la rata mensile ad un importo che si presta ad esser corrisposto con meno difficoltà rispetto a valori più elevati derivanti da erogazioni più corpose.

      Tomaso

  • praticonino says:

    Sono prestatore dal 2008 con zopa
    Totale prestato: € 5.466,19
    Fondi trasferiti: € 4.000,00
    Fondi prelevati € 1.727,39
    Crediti da incassare (quota capitale): € 2.300,79
    Conclusione dopo 5 anni io zero interessi
    Zopa 1% dal prestatore più 2,5% dal richiedente per un totale del 3,5% sul totale prestato

    • Tomaso says:

      @ praticonino

      Senza ombra di dubbio le posizioni in arretrato Zopa hanno azzerato o quasi gli interessi ad oggi accreditati sul tuo conto di pagamento.

      Tomaso

  • m_romagnoli says:

    Come mai nel caso dei mercati K e quelli a 12 mesi non ci sono le barrette che indicano l’afflusso di richieste?
    E’ un dato non presente o sono talmente poche che non meritano neanche una barretta?

    Grazie

  • Emilio1960 says:

    Anch’io sono al limite per un cap ai tassi, calcolato in modo da stare ben distante dai limiti di usura, ma poi lasciare il tasso libero.
    Inoltre non capisco perché l’offerta K12 sia limitata a 50 Euro per richiedente mentre nelle K24 e K36 (credo più rischiose della K12) la sia tendina consenta di arrivare fino a 200 Euro.

    • Tomaso says:

      @ Emilio1960

      Il limite di € 50,00 è presente su tutti i mercati a dodici mesi: tale limite è stato pensato per ridurre il rischio di insolvenza in mercati in cui il limite erogabile non supera € 3000,00

      Tomaso

      • Emilio1960 says:

        Concordo pensando al fattore K più che al periodo, ma non ci vedo gradualità col permettere 200 Euro pro-capite sui K24-K36-K48.
        Questi ultimi 3 mercati sono in teoria ancor più rischiosi, e lì si permette un limite pro-capite 4 volte maggiore, quando invece sarebbe auspicabile il contrario.
        Approvo il voler concedere anche a chi è senza storia, ma l’apertura forse poteva essere più graduata, limitandosi all’inizio ai K12 e K24.
        Poi pian piano uno la storia creditizia se la crea.
        Adesso un prestatore non troppo accorto è invogliato a mettere più soldi sul K48.
        Capisco la logica del “freno”, ma secondo me qui è applicata in maniera non corretta.

        • Tomaso says:

          @ Emilio1960

          L’eventuale apertura dei soli mercati a 12 e 24 mesi avrebbe riguardato un numero poco significativo di richiedenti interessati ad ottenere un prestito, vista la percentuale di persone che chiedono di rimborsare il proprio debito in questo lasso di tempo; la logica applicat rigurda il rapporto percentuale tra offerta nel mercato e importo massimo in esso erogabile.

          Tomaso

  • crotalo83 says:

    La rata di Panarese del 01/06/13 è ancora in ritardo. Senza contare quelle di BACAU1976. Perché non le vedo conteggiate nella tabella di “Prestiti in essere” ?

    • cirodam says:

      Io entrambi li ho in “non incassate” anche se BACAU1976 ha 4 rate non versate e andrebbe già in ritardo… il totale delle rate è esatto, a cosa ti riferisci ??

      Invece ho notato una cosa strana, spesso il valore totale dei crediti da incassare ( in My Smartika Oggi ) cambia anche piu’ volte al giorno, ed in teoria dovrebbe essere la somma di tutti i fondi versati e gli interessi maturati, meno l’acconto del 20%, mi spiegate come mai ?

      • crotalo83 says:

        > il totale delle rate è esatto, a cosa ti riferisci ??

        Nella mia tabella “Prestiti in essere” il totale delle rate “In Ritardo” è sempre zero (nonostante l’utente BACAU1976 e Panarese)

        Devo desumere che anche la voce “Tasso medio dei prestiti in essere” sia sbagliata ? Devo verificare facendomi i calcoli con excel ?

        • Tomaso says:

          @ crotalo83

          Le rate vengono riscontrate come “in ritardo” allorquando come tali vengono da noi censite

          Tomaso

          • crotalo83 says:

            Vorrei solo capire: allora perché quando vado nei dettagli del singolo prestito le rate sono marchiate ‘In Ritardo’ ?

          • cirodam says:

            Allora nei miei 2 ritardi, l’importo é la somma dei soli capitali residui, sono esclusi gli interessi sia per quanto riguarda il tasso dei prestiti in essere ( infatti da oggi ho 1 prestito in meno ) sia appunto la somma da incassare sotto forma di interesse, ovviamente nella pagina dettagliata ho il totale delle rate non corrisposte sia capitale che residuo… per me i conti tornano … anche senon mi sono messo con Excel … dovrei ??

    • MWachowsky says:

      1- Mi associo alla richiesta di crotalo83 perchè BACAU76 figura ancora in ritardo?
      2- perche le rate in scadenza l’1 febbraio non sono ancora incassate? (le assegnazioni vanno a rilento e spesso sono buchi nell’acqua, ma se gli incassi avvengono in ritardo il riprestito automatico perde molta efficacia)
      3- è possjbile avere delle info su tutti i ritardatari? (della serie “è un fallimento mettetevi il cuore in pace…)

      Ciao

      • Tomaso says:

        @ MWachowsky

        Nei prossimi giorni tutte le posizioni verranno aggiornate; la scadenza del 01/02, così come indicato nella home page di MySmartika, verrà effettuata in data odierna a causa di un ritardo negli accrediti rid

        Tomaso

  • marco says:

    scusate ma faccio una domanda che riporta la discussione un passo indietro: come posso fare a verificare le mie attuali posizioni in 3 mercati a caso? non sapevo neanche che modificando i tassi scattava la retrocessione. Grazie

    • Gabriele says:

      Per fare una verifica io normalmente vado su “offerta di prestito”, faccio “modifica” e sulla pagina successiva per ogni mercato faccio “scopri”. In relazione al tasso offerto cerco il mio Nick nella lista per verificare la posizione su quel mercato rispetto a chi offre lo stesso tasso. Ogni qual volta si modifica un singolo mercato si entra con la relativa percentuale in unltima posizione (a parità di tasso) su quel mercato, le posizioni si scalano man mano che anche gli altri modificano e si riaccodano.

    • accio (Alessandro) says:

      @marco, procediamo con ordine.

      – se vuoi controllare la tua posizione basta andare su “offerta di prestito”/”modifica” e cliccare “scopri” sul mercato che t’interessa. Scorrendo la lista troverai il tuo nome (ovviamente solo se sei attivo ed hai almeno 10€ in offerta su quel mercato).

      – quando fai una modifica non scatta nessuna “retrocessione”; il sistema ti riposiziona in graduatoria più in alto o in basso in funzione del tasso che hai modificato.
      Quello che forse non ti è chiaro è che il sistema tra due utenti a parità di tasso dà la priorità al primo in ordine temporale; quindi appena modifichi sarai l’ultimo del gruppo che ha scelto lo stesso tuo tasso.

      In passato si è posto il problema delle conferme senza modifica del tasso; tuttavia il baco è stato risolto. Quindi adesso se non modifichi nulla in un mercato e fai click su conferma la tua posizione rimane la stessa nella graduatoria di assegnazione.

      Tutto chiaro?

      • marco says:

        grazie si, adesso è tutto chiaro. Non conoscevo affatto questo meccanismo, ma tutto sommato non mi crea problemi. Le mie quote vendono assegnate piuttosto rapidamente, ma dal momento dell’assegnazione alla conclusione della pratica (positiva o negativa) passano spesso troppi giorni. Questo secondo me sarebbe un aspetto su cui intervenire

  • Roberto Cravero says:

    mi pare che il mercato K sia partito alla grande!

  • NicolaG says:

    Molto contento della vostra scelta che appoggio al 100% (infatti ho già modificato la mia offerta); non si era anche parlato di finanziare piccoli progetti imprenditoriali? Ci state ancora lavorando?
    Inoltre per programmare bene gli investimenti potete fare qualche cosa per quanto concerne l’incasso rata, non capisco mai in quale giorno devo guardare …

    Grazie mille e avanti cosi …

  • clausmi says:

    io purtroppo non riesco ancora valutare se il sistema in fondo funziona o meno … e si che ho io ho aderito dai tempi di zopa.
    Purtroppo visti i tempi biblici per gli eventuali recuperi dei crediti, la valutazione economica è resa molto difficile.
    In parte, le tanto criticate banche, in fondo inizio a capirle, se guardo i miei risultati sul piccolo capitale investito.
    L’ appunto più importante che vorrei fare è quello però di aggiornare più frequentemente le schede dei ritardatari, possibile che avete inviato ad alcuni lettere del 18/11 e a distanza di quasi 3 mesi non vi sono altre notizie , o state valutando sempre dal 18/11 la cessione del credito …. e ad oggi niente altro è dato di sapere.

    • lucauau says:

      mi associo alla richiesta! 🙂
      Sono informazioni molto importanti per tanti prestatori secondo me.. molto più di tante altre! Andrebbero aggiornate molto frequentemente.

    • Gianfranco says:

      Concordo con gli altri prestatori, è dal 18/11 che, relativamente ad alcuni richiedenti, i legali stanno approntando il Decreto Ingiuntivo.. !!! mi sembra un po troppo tempo

  • Giuseppe says:

    Onestamente non mi sento di condividere tutto questo entusiasmo che leggo nei vostri commenti.
    Io faccio parte dei primi 1000 che ci hanno creduto e nel mio bilancio personale annovero ancora
    – 19 ritardi della gestione pregressa (zopa) quasi tutti nel mercato C
    – 2 perdite , nei mercati B e C
    – 1 nuovo ritardo nel mercato A relativo alla nuova gestione.

    I ritardatari della gestione pregressa son
    – 5 imprenditori
    – 6 professionisti/lavoratori autonomi
    – 9 dipendenti
    – 1 pensionato

    tutti accomunati dalla presunta inesistenza di cespiti aggredibili in caso di mancato pagamento.

    Non voglio innescare l’ennesima polemica, ma oso sperare che prima di concedere prestiti al mercato K vengano richieste le dovute garanzie e auguro buona fortuna a chi ci si vorrà avventurare.
    Dal canto mio mi son “barricato” nei mercati A e A+

    Zopa/Smartika è una iniziativa lodevole: sarebbe accettabile anche prestare dei soldi con un interesse ridicolo pur di aiutare il prossimo, ma purtroppo nella realtà dei fatti è sufficiente un cattivo pagatore per inficiare i guadagni di dieci prestiti a buoni pagatori.

    • Roberto Cravero says:

      x Giuseppe

      io considero un percentuale di perdita come “rischio” insito, quindi so già che dal mio rendimento dovrò togliere 1.0-1.5% per le perdite.
      come del resto fanno tutti gli imprenditori, un rischio c’è sempre

  • Zaco says:

    Ottimo.
    Considerati i vari limiti ed controlli di questo mercato, mi sembra corretto permettere una riduzione dei tassi offerti.

  • Leonardo says:

    Buonissima l’idea di questo nuovo mercato per alzare il numero di prestiti! Anche io però preferirei un tasso sceglibile dal prestatore e non fisso.

    Domanda che non c’entra niente con l’argomento, ma l’incasso della rata del 21 gennaio quando ci sarà?

    • Tomaso says:

      @ Leonardo

      L’incasso della rata è in corso

      • lucauau says:

        come mai si sono allungati così tanto i tempi oltre gli 8 giorni contrattuali???

        • Tomaso says:

          @ lucauau

          Dipende dalle tempistiche entro cui possono esser accreditate le disposizioni rid che a volte possono tardare di qualche giorno.

          Tomaso

          • lucauau says:

            la cosa che mi fa strano è che un tempo non era così mentre adesso è diventata un’abitudine.

            ma cerco di non pensare male.. 🙂

          • Tomaso says:

            @ lucauau

            Per gli incassi del 01/02 abbiamo segnalato nella homepage di MySmartika come essi, a causa di un ritardo nell’accredito delle disposizioni rid, verranno gestiti nella data odierna.

            Tomaso

  • Walter says:

    Molto bene l’apertura ad un nuovo mercato.
    Molto male il tasso fisso, è già la seconda volta che viene imposto ed è una cosa che non mi piace per niente.

  • m_romagnoli says:

    Perché non creare una offerta specifica per il nuovo mercato?
    In questo momento l’inserire un’offerta per il mercato K diventa penalizzante per il posizionamento nei mercati a 12 mesi dove conta la data di modifica dell’offerta 🙁

    • Tomaso says:

      @m_romagnoli, @Walter

      come già segnalato non è detto che non si possa pensare ad un’offerta libera con cap

      Tomaso

    • Alessandro (accio) says:

      @m_romagnoli

      una volta Carlo mi spiegò (dopo le opportune verifiche) che il sistema riconosce come reale modifica nel marketplace solo una modifica del tasso. Quindi in quel caso ricalcola il riposizionamento all’interno del mercato stesso. Se per esempio modifico la mia offerta solo in uno dei mercati, in tutti gli altri mercati non modificati saranno rispettati i posizionamenti già maturati. Tieni presente che A+12 e K12 sono considerati dal sistema due marketplace differenti.

      Spero tanto che tutto ciò sia ancora valido (lascio l’ultima parola al team). Se sì non bisogna avere timore di modificare le proprie offerte più o meno frequentemente.

      • Gabriele says:

        Ti sbagli, non è mai stato così. nel momento in cui confermi la modifica, anche se per assurdo non modifichi nulla in nessun mercato, vai in ultima posizione su tutti i mercati. Dovrebbe essere come dici tu, ma non lo è mai stato.

        • francesco says:

          L’apertura del mercato K mi sembra un’ottima notizia, tanto che ho subito allargato la mia offerta ai nuovi mercati, ma anche io preferirei che il tasso sia scelto dal prestatore.
          Sarebbe importante anche capire effettivamente se l’aggiunta dei mercati K comporta un riposizionamento in fondo alla coda anche nei mercati non modificati.
          Sul blog di Zopa UK avevo trovato questo interessante articolo, dove spiegano il diverso funzionamento delle code rispetto a Zopa.it (che credo sia tuttora in uso per Smartika)
          http://www.zopa.com/blog/2012/08/21/the-zopa-part-3-e28093-your-place-in-the-queue/

          Francesco

        • cirodam says:

          Confermo che si passa in ultima posizione anche non modificando nulla …

        • Alessandro (accio) says:

          @Gabriele
          scusa, ma sulla base di cosa affermi che “non è mai stato così” e “dovrebbe essere come dici tu, ma non lo è mai stato”?

          Facciamo finta che il buon Carlo, dopo aver fatto i suoi controlli, mi abbia mentito… Basta fare una prova e verificare:
          – ho controllato le mie attuali posizioni in 3 mercati a caso (controllando ovviamente di non essere già l’ultimo della lista)
          – ho cliccato su “modifica offerta” senza modificare nessun tasso. Quindi ho fatto “fine”

          Sai cosa è successo?
          Le mie posizioni sono rimaste esattamente le stesse.

          Chiedo ancora una volta conferma allo staff per avere la versione ufficiale.

          • Gabriele says:

            Ciao, chiedo scusa se ho sbagliato, ma che non era cosi ne sono sicuro al 100%, l’avevo fatto notare al Team a suo tempo ed avevo avuto risposta positiva. Hanno detto che ci avrebbero lavorato forse hanno messo tutto in ordine. Non saprei. Farò una prova pure io.. 🙂

          • Gabriele says:

            Ciao, ho controllato pure io, hai ragione ora va tutto ok.. evidentemente hanno messo apposto il problema.

          • m_romagnoli says:

            Alessandro,
            il test che hai fatto non è significativo.
            Per esserlo devi modificare anche solo un tasso su una qualsiasi offerta.
            Con il test attuale hai solo dimostrato che se non tocchi nulla, nulla viene variato.

          • Gabriele says:

            Romagnoli ti sbaglia, una volta anche solo confermando la modifica, senza modificare nessun tasso, perdevi la priorità. Era un errore… ora risolto.

          • Tomaso says:

            @ all

            Allo stato attuale, la data dell’offerta viene modificata soltanto nel caso in cui si modifichi il relativo tasso

            Tomaso

          • m_romagnoli says:

            Beh,
            allora a questo punto non posso esimermi da attivarmi sul mercato K.
            Se finisco in fondo vi vengo a cercare 😉

          • cirodam says:

            Solo la lista per quel tasso o per tutti i marketplace ? Prima desistevo dal modificare qualcosa per non perdere la posizione, se mi dite che sono cambiate le cose sono ben felice 🙂

          • Tomaso says:

            @ cirodam

            esclusivamente per il mercato in cui si modifica il tasso

            Tomaso

  • G says:

    Ottima iniziativa aprire a questi nuovi Richiedenti.

    Pessima bloccare il tasso di prestito e non permettere do sceglierlo.

    È già laseconda volta che limitate la mi possibilità di scegliere il tasso di prestito.
    Non mi piace!!!

    • Tomaso says:

      @ Giuseppe

      Nulla vieta eventualmente di rivedere la nostra decisione pensando ad un cap massimo oltre il quale non poter prestare

      Tomaso

      • Anonimo codardo says:

        Così potreste scegliere questo cap tale che tutti o la maggior parte dei prestatori tenda a quel cap. Mi associo alla richiesta degli altri prestatori di mettere come unico limite quello dell’usura e far decidere ‘al mercato’.

        Capisco l’esigenza di Smartika di oliare gli ingranaggi cercando di far girare più liquidità possibile (voi vivete di commissioni) ma il mercato K è _veramente_ rischioso e dovreste dare la possibilità ai prestatori di decidere il tasso in autonomia.

        Per ora passo.

        • Tomaso says:

          @ Anonimo codardo

          Non è possibile mettere come unico limite quello dell’usura: al tasso di offerta del denaro che determina il TAN di un prestito vanno aggiunti tutti i costi (spese di incasso e spese istruttoria) che insieme alla durata del prestito incidono sul TAEG, il dato su cui si basano le soglie usura stilate trimestralmente da Banca d’Italia sotto forma del TEGM.

          Tomaso

  • Donato says:

    Ottimo !
    E’ giusto sdoganare i prestiti anche a chi non ha una storia creditizia Speriamo solo di non sbattere il muso sul muro K.
    😀

    • Tomaso says:

      @ Donato

      Il mercato K non derogherà dalle regole di credito che stiamo utilizzando e trattandosi di un nuovo mercato chiederemo se necessario ulteriori garanzie.

      Tomaso

  • LendOrNot says:

    Bene, sono contento di questa nuova opportunità. Giusto che anche chi non ha storia creditizia possa iniziare a costruirsela con un prestito a importo limitato. Corretto anche l’approccio prudente verso categorie mediamente più sicure.
    Sono un po’ meno contento del tasso fisso, mi piace di più l’idea del mercato, nel bene e nel male intendo. Forse più che un tasso fisso avrei preferito un “cap” e un “floor” al tasso, in modo da consentire ai prestatori di posizionarsi in alto o in basso e non solo dentro o fuori.

    • gianni says:

      Sono in accordo con LendOrNot sopratutto per quanto riguarda il discorso del tasso , anche secondo me noi prestatori dovevamo avere la possibilità di decidere quanto richiedere . Buoni prestiti a tutti !

      • Tomaso says:

        @ gianni

        La scelta del tasso fisso è determinata dalla necessità di tenere il taeg al di sotto della soglia usura ed anche competitivo

        Tomaso

        • LendOrNot says:

          @Tomaso
          Fermo restando il tasso che ritenete il massimo proponibile al mercato, esperienza insegna che c’è sempre qualcuno (o quasi) disposto ad abbassarlo un po’ in un logica di mercato.
          Basta vedere alcuni tassi proposti nel market-place.

          Mi rendo conto che non ci chiamiamo più Zone Of Possible Agreement, ma pur limitando la zona non vorrei che diventassimo solo un Point Of Possible Agreement.

        • velaccino71 says:

          Pienamente in accordo con @LendOrNot.
          Riguardo al tasso di usura stà a voi vigilare, se si va oltre non si compone il prestito (fornendo a cadenza mensile notizie, statistiche e azioni complete sull’attività di reupero crediti sulla pagina pubblica e non sulla scheda del prestito, tipo quelle sull’erogazione che mensilmente postate, potreste invogliare i prestatori a diminuire i tassi di interesse). Personalmente sull’attività di Smartika non mi posso lamentare, 12 mesi che presto e una sola rata in ritardo.
          Ovviamente in accordo ad aprire l’offerta al mercato “senza storia creditizia”, non prestrare a chi non ha mai avuto un prestito o non ha mai avuto una carta di credito la trovo un assurdità. Sono propenso ad assumermi un certo rischio (da poco ho deciso di prestare su tutti i mercati a 12 mesi e sui B e C di qualsiasi durata), ma il tasso fisso in questo caso non mi piace.

          • Tomaso says:

            @velaccino71

            Non si tratta solo di evitare che la composizione delle richieste di prestito possa superare la soglia usura ma anche di far sì che queste stiano quanto più lontano possibile da essa, cercando sempre quello che riteniamo esser un giusto equilibrio tra rischio di credito e costo del prestito; altresì, l’intento è quello di evitare un effetto boomerang per la promozione di prestiti che certo rientrano nell’ambito della legalità ma che possono esser poco appetibili per usare un eufemismo.

            Tomaso


Per favore lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Current day month ye@r *