Arrivano i mercati a 12 mesi

Come è consuetudine, vogliamo condividere in anticipo con voi e avere il vostro parere su una novità che stiamo per introdurre, i mercati a 12 mesi.

Cosa ci spinge a farlo? Il motivo principale è ampliare l’offerta per importi di piccoli taglio (da 1.000 a 3.000 euro) aggiungendo una durata intrinsecamente a rischio molto basso, al fine di avvicinare al social lending Richiedenti che poi potranno crescere nelle richieste di prestito e, in ogni caso, favoriranno il passaparola.

Per mantenere il taeg competitivo – ricordiamoci tutti che un elemento chiave per il successo del social lending è proporre il miglior taeg sul mercato –  rinunciamo all’introito derivante dalla commissione per l’incasso rata (€ 2/mese). Sempre in questa logica (nei mercati a 12 mesi il taeg tende a schizzare verso l’alto molto velocemente) apportiamo una novità molto significativa per il nostro storico modo di operare: nei mercati a 12 mesi i tassi saranno fissi.

Questi sono i valori che abbiamo previsto:

tassi 12 mesi

 

 

 

 

 

Da un punto di vista operativo sarà molto semplice l’estensione della propria offerta, basterà andare a modificarla attivando i mercati a 12 mesi.

Offerta Mercati 12 Mesi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’introduzione dei 12 mesi sarà annunciata con una mail a tutti i Prestatori.

UPDATE 27/9: chiarimento a seguito dei commenti. Essendo offerte a parità di tasso si partecipa al prestito con la logica vigente in questa situazione, priorità in base all’anzianità dell’offerta. Per dare la possibilità di partecipare a un numero maggiore di Prestatori abbiamo posto per i 12 mesi come limite massimo di prestito 50 euro. Questo è anche un accorgimento per ridurre il rischio (con il limite di 500 euro valido per gli altri mercati teoricamente un prestito di 1000 euro potrebbe essere finanziato da due Prestatori).

Tags: , , ,

Pubblicato in Aggiornamenti, Mercati 12 mesi, My Smartika

49 Risposta a “Arrivano i mercati a 12 mesi”

  • Matteo says:

    Salve,
    avrei bisogno di un piccolo prestito,
    come posso fare?

  • Laura says:

    Salve ho bisogno urgente di un prestito di 5000 euro grazie

    • Carlo says:

      la richiesta va fatta sul sito, controlli bene se ha i requisiti prima di farla (ci può anche chiamare se ha bisogno di spiegazioni 02 40706132 da cell, 800 911602 da fisso)

      Carlo – Smartika Team

      • sardegna80 says:

        sono una casalinga,senza reddito dimostrabile,e senza conto in banca,posso chiedere un finanziamento da privato?

        • Tomaso says:

          @ sardegna80

          Senza un reddito dimostrabile e senza un conto corrente non è possibile dar corso alla valutazione di una richiesta.

          Tomaso

          • sardegna80 says:

            lo capisco!ma allora questi privati che danno prestiti dove sono?alla fine anche qui si chiedono gli stessi documenti di una banca e di una finanziaria….

          • Tomaso says:

            @ sardegna80

            Persone interessate a prestare denaro tendenzialmente lo fanno a fronte della ragionevole possibilità di un ritorno del denaro: persone senza reddito forniscono oggettivamente allo scopo meno garanzie.

            Tomaso

  • deneb1953 says:

    Trovo buono l’introduzione del prestito a 12 mesi. Fermarsi a 24 mesi era come avere un prodotto incompleto. Inoltre con la crisi in atto molto spesso i richiedenti fanno richiesta per importi molto piccoli da rimborsare in breve tempo, per pagare 1,2, o 3 bollette arretrate perché gli Enti erogatori non danno la possibilità di pagare oltre i 4 mesi.
    Inoltre i richiedenti potrebbero usarlo come credito al consumo: acquisto di un cellulare o un televisore a led da 60″” e desiderare chiudere il prestito massimo in 12 mesi.
    Noto nei supermercati che la Findomestic, l’Agos offrono prestiti tramite il supermercato molto spesso da rimborsare in 10 mesi.
    Inoltre sarebbe opportuno per tutelare i prestatori di creare una sorte di fondo rischio come l’inpdap destinando una piccola percentuale ad esempio lo 0,50% sull’importo erogato magari con la formula della “Cooperativa di Garanzia” … non so! se tecnicamente ciò si possa fare … comunque un fondo rischio ci deve essere sicuramentre.

  • Alessandro (accio) says:

    Una cosa ho dimenticato di chiedere:
    sui mercati 12 mesi sarà attivo il rientro rapido? Se sì con le stesse regole? Intendo dire visti gli importi bassi e le durate ridotte?

    • Tomaso says:

      @ accio

      Sebbene i mesi a disposizione siano inferiori rispetto ad altre tempistiche di rimborso, il rientro rapido sarà attivo anche sui 12 mesi.

      Tomaso

  • Alessandro (accio) says:

    Aprire ai mercati 12 mesi è certamente un’idea buona in termini di
    – ampliamento del mercato in quanto si va ad operare sotto i 3000€ proprio dove i canali tradizionali nemmeno si attivano;
    – la scelta del tasso fisso è in fondo comprensibile alla luce di una ricerca di competitività;
    – con l’occhio del prestatore vedo i mercati 12 mesi come una valida alternativa ai conti di deposito (ora sicuramente ci sarà qualcuno che con la “banca della zucchina” spunta un tasso più vantaggioso. Buon per lui ma non è il topic di questo post).
    Però se il tasso è fisso per lo meno fate decidere a me quanto investire!

    Il problema è semplice: un prestatore può solo scegliere se partecipare o meno. Se i mercati a 12 mesi dovessero avere enorme successo (e me lo auguro) potrebbero cannibalizzare l’importo in offerta dei mercati più “succosi” (cito Francociccio) in termini di rapidità di assegnazione. Io non voglio “bruciare” il mio importo in offerta facendolo rosicchiare dai prestiti a 12 mesi.

    Mi sono spiegato?
    Cari ex-zopiani: vi ricordate le offerte multiple?

    Buona giornata a tutti

  • menobanche says:

    basta che questo vizio del tasso fisso non diventi un’abitudine perché è di fondamentale importanza, non vorrei che questo fosse il primo passo… prima 12 poi 24 ecc…

  • nikymi says:

    la considero un’ottima cosa…specie in vista di convenzioni con aziende ed associazioni ( che velocizzerà dimolto l’assegnazione di fondi). se come spero funzionerà (permetterà anche pubblicità più semplici su banner siti…) porterò sicuramente nuovi fondi.

    contemporaneamente, visto che dovete mettere mano ai mercati , avete comunque intenzione di introdurre il mercato dedicato a chi no ha storia creditizia ?se ne parlò mesi fa ma non si è poi visto nulla….

    • Carlo says:

      hai ragione, abbiamo parlato del mercato per i senza storia creditizia ma per ora non abbiamo ancora finalizzato un’offerta, spero che riusciremo a trovare una via nel prossimo futuro.

      Carlo – Smartika Team

  • Giovanni G. says:

    Salve, secondo me l’ampliamento della durata del prestito è molto utile, e attirerà molti richiedenti visto che molte finanziarie, pur permettendo di fare preventivi on-line di somme basse, alla fine dicono chiaramente che per simili somme non attivano la procedura.
    Mi permetterei di fare due proposte, nate dall’osservazione dei siti che mettono a paragone le offerte delle finanziarie (vedi prestitionline ecc):

    1. nel meccanismo che su Smartika porta all’elaborazione del preventivo, il flag dell’assicurazione dovrebbe stare su “NO” di default, come sui siti già accennati. Altrimenti si rischia di far paragonare un preventivo conprensivo di assicurazione (Smartika) con uno privo. E la differenza si vede.

    2. perché non attivare mercati a maggiore durata? Non dico arrivare a 120 mesi, ma almeno il 60 mesi sarebbe secondo me interessante (proviamo a pensare a tutti i prestiti per gli acquisti di un’auto).

    • Carlo says:

      grazie Giovanni dei suggerimenti.
      1) l’assicurazione scatta dai 3000 euro in su quindi non c’è influenza sulla fascia che potrebbe essere interessante per noi nei comparatori
      2) I 60 mesi sono sicuramente un passaggio necessario per i prestiti con importi significativi, i social lending in giro per il mondo lo fanno da tempo, un po’ di pazienza e credo ci arriveremo anche noi

      Carlo – Smartika Team

      • lucauau says:

        a proposito di social lending in giro per il mondo.. al mercato secondario ci si sta pensando o è una cosa ancora remota?

        • Carlo says:

          veramente il primo mercato secondario (inteso come subentro) al mondo nel social lending lo abbiamo fatto noi nel settembre 2008

          http://www.wiseclerk.com/group-news/services/zopa-italy-update-growth-and-secondary-market/

          Carlo – Smartika Team

          • lucauau says:

            è vero ma io intendevo qualcosa di diverso.. sono iscritto ad una piattaforma di social lending estone (isepankur) che mi permette di operare sul mercato secondario dei prestiti come fosse il mercato secondario di un qualsiasi strumento quotato.. posso acquistare e vendere a sconto o a premio prestiti o quote di prestiti.. sia buoni che in difficoltà..

          • Carlo says:

            immaginavo quello che intendevi … a dire il vero già nel 2008 il nostro rientrorapido prevedeva (e prevede) come sviluppo software la possibilità di vendere a sconto o a premio. Non lo abbiamo mai messo online per prudenza regolamentare (non siamo in Estonia)

            Carlo – Smartika Team

  • lucauau says:

    da quando si inizierà?

    • Carlo says:

      a giorni, appena finito di mettere a punto alcuni aspetti dell’interfaccia. Vi avvisiamo su blog prima di inviare la mail a tutti i prestatori.

      Carlo – Smartika Team

    • STEFANO says:

      LUCAUAU, come posso contattarti privatamente/mail? Vorrei chiederti delle info.
      Grazie. Stefano

      • lucauau says:

        Setafno, scrivimi pure sulla mail di lavoro:

        vitale. luca @ zapispa . it

        (ovviamente togli tutti gli spazi)

  • francociccio says:

    Aggiungo il mio perchè:
    perchè il tasso fisso, anzichè un tasso libero, ma con limiti più bassi che sugli altri mercati?

    P.S: ora come ora, per quanto sia assolutamente felice che si aggiungano possibilità per i prestatori e per i richiedenti, non penso che attiverò questo mercato. Preferisco rimanere su quelli potenzialmente più “succosi”

    • Carlo says:

      certo, avremmo potuto fare come dici, la strada del tasso fisso ci aiuta però nella ricerca di accordi/convenzioni per fare crescere la domanda in un segmento di mercato particolare.

      Carlo – Smartika Team

      • francociccio says:

        E’ indubbio che il tasso fisso renda tutto più semplice, perchè predeterminabile, in quanto a presentabilità della offerta ai richiedenti. Tuttavia così si va a scardinare in parte quello che è sempre stato il tratto caratteristico di Zopa/Smartika, e che secondo me ha contribuito non poco al suo successo. Non che provare qualcosa di diverso sia per forza un male eh, condivido solo una mia perplessità.

        Per portare avanti il ragionamento: Di fatto non si può garantire cmq nulla, a livello di accordi, nel senso che almeno una postilla “salvo indisponibilità di fondi” è da prevedere.

        A questo punto, per fare l’avvocato del diavolo e portare avanti la mia idea dico: “aggiungiamone anche una che dica: tassi massimi garantiti del x%, media nell’ultimo anno y%”.

        • Carlo says:

          aggiungo anch’io una postilla, da considerare da un punto di vista teorico: Smartika come Istituto di Pagamento può fare credito fino a 12 mesi e quindi potrebbe partecipare in caso di indisponibilità fondi.

          Carlo – Smartika Team

          • francociccio says:

            Questa è senza dubbio una possiiblità che non avevo considerato. Ma non credo che possa esimere smartika dalla postilla “salvo esaurimento fondi”. Rischia di diventare un onere un po’ pesantuccio da gestire. A meno che Smartika non sia in grado di accordarsi anche con qualcuno di più liquido di lei a cui potere “girare” le richieste in eccesso.

  • Una curiosita’: in che modo avete calcolato il tasso di rischio dei prestiti a 12 mesi visto che i nuovi debitori non hanno una storia creditizia?

    • Carlo says:

      Sono richiedenti come tutti gli altri, anche per loro viene fatta l’interrogazione alla banca dati per verificare la storia creditizia

      Carlo – Smartika Team

  • Anonimo codardo says:

    Bella idea ma come gestirete ritardi ed insolventi ? Per prestiti così piccoli attivare pratiche di recupero crediti è antieconomico.

  • Walter says:

    Mi sembra un’ottima cosa, peraltro mi sembrava assurdo che non ci fosse questo mercato. Ritengo però assolutamente deleteria e incomprensibile la politica del tasso fisso.

    Approfitto del post per chiedere se ci sono notizie di tingtong. Un po’ di tempo fa si diceva che avrebbe ricominciato a pagare a breve, ma mi pare che ci sia ancora molto in ritardo 🙁

    • Carlo says:

      tingtong è in situazione di momentanea difficoltà economica e sta pianificando dei piani di rientro anche con altri creditori.

      Carlo – Smartika Team

  • Gabriele says:

    Ma se il tasso è fisso, in base a cosa vengono decisi i prestatori? per prestiti di valore così basso, la richiesta si esaurisce subito..

    • Carlo says:

      Vedi la risposta a Cirodam. In effetti chi modifica raramente l’offerta potrebbe essere privilegiato ma é anche vero che chi guarda raramente l’offerta si trova spesso senza fondi ed é quindi escluso. Poi bisogna vedere quanti prestatori attivano i 12 mesi e quanto é forte la domanda, potremmo non essere in grado di soddisfarla anche se sono prestiti teoricamente facilmente componibili.

      Carlo – Smartika Team

      • cirodam says:

        sicuramente la maggior parte di noi la attiverà visto il rapporto domanda/offerta e relative somme parcheggiate, non per altro ho ritirato qualcosina visto che si viaggia piuttosto a rilento.
        Comunque la questione dell’anzianità dell’offerta con tasso fisso implica che bisognerà mettersi col fotofinish per attivare l’opzione per restare entro i 3000 euro in offerta, a meno che non utilizzerete un sistema che il primo dopo aver finanziato una volta dovrà attendere che anche l’ultimo ad aver attivato l’opzione finanzi a sua volta.

        • Carlo says:

          Possiamo usare accorgimenti come quello che suggerisci o limitare l’importo max di prestito del prestatore per farne partecipare il più possibile.Vorremmo vedere un po’ prima l’adesione dei prestatori e la domanda.

          Carlo- Smartika Team

          • Gabriele says:

            Il prestito ciclico non è un brutta idea, anche meglio del limitare l’importo. Ognuno presta quanto vuole sapendo di poter cogliere l’opportunità una volta per ciclo completo di chi offre in quel mercato. Così tutti prestano lo stesso numero di volte, la differenza la fa solo il valore dell’offerta su quel mercato.

          • LendOrNot says:

            Io parteciperò di certo!
            Ritengo però in questo caso equa un assegnazione ciclica delle richieste ai prestatori, eliminando la discriminante della convenienza verrebbero prestati sempre e solo i soldi dei primi che hanno aperto l’offerta.

          • CrazyMonk says:

            Ottimo!
            Anche io sono a favore dell’assegnazione ciclica

  • cirodam says:

    Come avete pensato di assegnare le quote visto che le % di interesse sono fisse ??

    • Carlo says:

      Mantenendo la logica attuale che assegna priorità, a parità di tasso, alle offerte con maggior anzianità (ricordo che l’anzianità é determinata dalla data di ultima modifica).

      Carlo – Smartika Team

  • sebek says:

    Ottimo, non sono molto competente in materia, ma mi sembra una scelta azzeccata!
    Non vedo l’ora di attivarlo.
    Buon lavoro a tutti!

  • Marco F says:

    finalmente !!!!!!


Per favore lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Current day month ye@r *