Patamu, un progetto diventato realtà

Oggi è uscito su corriere.it un articolo che racconta come un progetto possa essere aiutato a diventare realtà con il social lending. Siamo orgogliosi che sia stato finanziato dai prestatori Smartika.

Si tratta di Patamu  “un sito che permette di tutelare le opere di ingegno attraverso la marcatura temporale, un procedimento informatico con valore legale utilizzabile per dimostrare la paternità di un’opera. Attraverso Patamu è possibile tutelare dal plagio qualsiasi opera artistica o di ingegno: opere musicali, foto, ma anche libri, articoli di giornale o di blog, articoli scientifici e quant’altro. L’opera di ingegno può anche essere contestualmente rilasciata in licenza Creative Commons.”

L’articolo che ben racconta la storia di Patamu è qui.

Tags: , ,

Pubblicato in Aggiornamenti, media

7 Risposta a “Patamu, un progetto diventato realtà”

  • Empire52 says:

    Cosa è lo strano addebito in data 1/06/2013 : Monthly Lender Capital Guarantee Fees di 11, ,33€?
    Quando vi decidete di far rientrare gli arretrati di Zopa? Sarebbe ora, invece di fare strani addebiti senza alcuna comunicazione.

    • Tomaso says:

      @ Empire52
      Come segnalato via mail, l’addebito menzionato fa riferimento alle commissioni derivanti dal RientroRapido effettuato nel corso del mese di Maggio: abbiamo provveduto a rettificare la segnalazione presente all’interno del tuo account.

      Tomaso

      • Empire52 says:

        Il giorno 2 li avete riaccreditati poichè, come confermato dalla mail erano non dovuti ed erroneamente attribuiti; il giorno 3 li avete nuovamente addebitati poichè dovuti. Ho l’impressione che le VS verifiche avvengono con molta leggerezza …

        • Tomaso says:

          @ empire52

          Non appena ricevuta la tua comunicazione, sabato 01/06 alle 13.42, abbiamo subito attivato dei controlli interni per verificare il perché del movimento riaccreditandoti, in via precauzionale, l’importo, operazione avvenuta alle 17.57 del giorno stesso. Al termine dell’analisi effettuata e così come segnalato, abbiamo riscontrato come quel movimento fosse dovuto ed abbiamo provveduto, nella giornata di lunedì, al nuovo e corretto addebito. Sia dal punto di vista delle tempistiche entro cui ciò è stato gestito sia dal punto di vista operativo, quanto effettuato è stato gestito professionalmente.

          Tomaso

  • nikymi says:

    anche noi siamo orgogliosi (in senso lato, poichè non credo di aver partecipato personalmente al finanziamento) , ma questo post mi spinge a sollevare alcuni interrogativi

    a) in passato avete detto di non essere in grado di finanziare soggetti senza storia creditizia. questo vale per tutti i “non bancabili” o solo per quelli senza genitori a fare da garanti?

    b) non sarebbe il caso, in casi simili, di fornire qualche informazione in più , o lasciarci la possibilità di indicare , in fase di offerta di prestito , di specificare se vogliamo finanziare una start-up o meno ?

    • Carlo says:

      Persone senza storia creditizia non raggiungono un punteggio sufficiente nell’interrogazione alla centrale rischi e quindi non vanno in assegnazione (per inciso come “non bancabili” si intendono persone senza conto corrente bancario, che quindi sono esclusi nel nostro sistema in quanto non è possibile effettuare l’addebito rid). In alcuni casi la persona ci contatta per spiegare la sua situazione e può essere finanziata, come nel caso di Patamu, solo nel caso abbia un familiare che dia una firma di garanzia (ovviamente facciamo tutta la procedura di accertamento anche sul familiare, come fosse un nuovo richiedente). Il caso di Patamu, poi come si dovrebbe evincere dall’articolo, più che finanziamento a una start up è un prestito-ponte in quanto il finanziamento era già stato ottenuto (e a noi documentato) ma non erogato.

      Carlo – Smartika Team

      • MDRV59 says:

        Finanziare dei progetti, tramite Smartika, può essere possibile per il superamento delle limitazioni dei soggetti senza storia creditizia o comunque “non bancabili”.
        La garanzia viene fornita dal progetto stesso, sulla base dello fase raggiunta nella sua esecuzione.
        Cioè, I prestatori Smartika finanziano il progetto, ne sono promotori e proprietari e ne hanno la supervisione fino alla completa realizzazione ed al completo ristoro del prestito.
        E’ una sorta di obbligazione che può essere effettuata richiedendo ai prestatori la specifica accettazione del progetto.


Per favore lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Current day month ye@r *