Una fotografia sul mercato del credito

Nella giornata di mercoledì 12/12 ho avuto modo di presenziare al convegno “Osservatorio sul credito al dettaglio”, che ha fornito importanti ed interessanti informazioni sullo stato del mercato in cui operiamo.

Riporto i dati che mi hanno più colpito:

– nell’arco dell’anno 2012 si sta assistendo ad un calo dell’erogazione del credito, soprattutto per quanto riguarda il comparto dei mutui, che sta segnando un -50% rispetto all’anno precedente;

– contrariamente al pensiero comune, rispetto al 2008 vi sono meno famiglie indebitate – ciò in virtù anche di una conclamata propensione a procrastinare acquisti ed impegni economici –  ed invariato è rimasto il numero di quelle vulnerabili dal punto di vista economico;

– per il comparto dei prestiti personali, si ha la rischiosità maggiore  per le erogazioni superiori a € 10.000,00 (Smartika ha anticipato questo riscontro, avendo dato al momento corso solo a sette richieste di prestito superiori a € 10.000,00, pari al 2,15% delle erogazioni totali) e per le pratiche con tempistiche di rimborso superiori a 60 mesi;

– si assiste ad una crescita delle erogazioni che contemplino il pagamento di un rata di importo non superiore a € 100,00.

 

 

Tags: , , , ,

Pubblicato in Aggiornamenti

5 Risposta a “Una fotografia sul mercato del credito”

  • pisu daniele says:

    Volevo solo chiedervi a che ora aprite l’ufficio in quanto sto provando a contattarvi telefonicamente ma non risponde nessuno. Grazie x la cortesia. Cordiali saluti.

  • gaecristella says:

    Buonasera,
    sono un prestatore di smartika e mi piacerebbe raccontarvi la mia esperienza con il “famigerato credit crunch” che colpisce soprattutto chi come me è ancora sotto i 30 anni.
    Vi premetto che il bisogno economico che intendevo soddisfare era assolutamente uno sfizio; ho deciso infatti di acquistare un mac mini per poter mandare in pensione il mio vecchio pc di casa. Navigando sul sito di apple vengo a conoscenza della possibilità di finanziare a 12 mesi a tan e taeg 0 i miei acquisti. Visto che mi balenava per la testa l’idea di regalare un telefono alla mia ragazza ho fatto 2 + 2 e ho deciso di prenderle un iphone.
    Penso fra me e me un acquisto di 1600,00 euro in 12 rate mi porta una rata di di poco piu di 130 euro, non penso avranno problemi a finanziarmelo; soprattutto considerato che sono dipendente a tempo pieno e indeterminato con uno stipendio più che dignitoso.
    In più non ho nè finanziamenti in corso nè ritardi nei pagamenti della carta di credito ( da quando ce l’ho, circa 2 anni avrò speso si e no 2000,00 euro in totale e mai in ritardo di un giorno).

    Porto a termine tutta la procedura e attendo speranzoso l’esito della richiesta, che arriva, con mia grande sorpresa dopo 6-7 minuti da quando ho richiesto il tutto. Ancora maggiore è la sorpresa quando vedo che la richiesta viene rifiutata.

    Ora quale può essere la motivazione di cio?
    Forse che essendo non ancora trentenne non ho mai dovuto chiedere in banca nulla?
    Non sono affidabile per questo?
    Certo se qualcuno non da fiducia ai giovani, come potranno loro dimostrare di essere in grado di ripagare quanto preso?

    RIPETO: era solo uno sfizio, se vorrò comprare il tutto provvederò a pagarlo tutto in una volta;;perché gli sfizi penso che devono essere pagati senza debiti; perchè sicuramente non sono questi i problemi seri nel nostro paese ;

    ma il messaggio che volevo lasciare è soprattutto nei confronti del Sistema, che lascia poca fiducia ai giovani!

    Mi piacerebbe sentire un po’ di opinioni: vi raccomando, non sbranatemi solo perchè volevo finanziarmi un telefono, ho gia detto da solo che era uno sfizio e che i problemi seri sono altri.

    A presto e un saluto a tutta la comunity

    • gabrieleb says:

      Ciao
      ho 28 aa anche io ho vissuto un’esperienza simile alla tua ho chiesto un prestito x acquistare un tv con taeg 0 ma mi è stato rifiutato ho chiesto come mai visto che ho un lavoro a tempo indeterminato nn ho prestiti in corso e mai presi. sai qual’è statoa la risposta ? nn sono un debitore classificabili e quindi nn affidabile xké non ho mai richiesto un prestito prima …. te ne rend conto uno invece di essere premiato xké nn ha mai chiesto prestiti e nn ha mai speso più del dovuto viene ghettizzato rifiutandogli l’accesso al credito. e poi le banche falliscono …. se ragionano all’incontro del buon senso

      • Riccardo says:

        “Per chiedere il primo prestito devi aver già chiesto un prestito”… M. C. Escher ci andrebbe a nozze 🙂

        Personalmente per abitudine ho sempre evitato di acquistare a rate, ma un anticipo di cosa mi aspetterebbe se ci provassi l’ho già avuto qualche anno fa.
        All’acquisto di un TV LCD da 800 euro chiesi che venisse accettato un assegno (CC bancoposta, giacenza minima sempre sopra i 1000) ma Centax volle sapere l’indirizzo e il n. di telefono fisso.
        Risultato: niente assegno e acrobazie con i postamat miei e di mia moglie, che eravamo pure a fine mese e i plafond erano già erosi 🙂

        Uno dei motivi per cui ho investito qualcosa qui sperando che se e quando avrò necessità il mio CC bancoposta sia sufficiente


Per favore lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Current day month ye@r *